Lunedì, 20 Settembre 2021
Moi te nde ticu quattru

"Poli, basta mezzucci e vendette, governate la città"

"Quando un leader come l'onorevole Poli ricorre a mezzucci per vendette e rivalse tutte interne ad un partito, dobbiamo accusare solo noi stessi di essere andati a votare"


di Gabriele Mariano*

Quando un leader come l'onorevole Poli ricorre a mezzucci per vendette e rivalse tutte interne ad un partito, dobbiamo accusare solo noi stessi di essere andati a votare, e questa non è antipolitica, è disgusto della pochezza della nostra classe dirigente. Onorevole Poli, un comportamento coerente sarebbe stato quello di rifiutare un'alleanza elettorale con i vostri, ormai, nemici della lista della "Città", chiedendo al candidato Sindaco Perrone di scegliere con chi allearsi. Ora che avete carpito, con promesse di governabilità, il voto al 56 per cento dei leccesi avete il dovere di governare.

Signor sindaco, la invito a nominare immediatamente la nuova Giunta senza più sottostare ai ricatti ed ai capricci dei partiti perché la città soffre di una grave crisi d' igiene e versa in una grave crisi economica con grossi rischi di perdite di posti di lavoro anche in aziende partecipate dal Comune. Se sarà in grado di essere autonomo le garantisco che saremo noi cittadini a difendere il mandato che le abbiamo dato. Onorevole Poli, non è che le manca così tanto fare il sindaco che ha deciso di affossare il neo eletto, essendo ormai rieleggibile in caso di nuove elezioni? Speriamo di avere torto e che lasciando da parte vecchie ruggini inizierete a governare sapendo che la città non vi perdonerà in caso contrario.

* Presidente del comitato indipendente Lecce ai Cittadini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Poli, basta mezzucci e vendette, governate la città"

LeccePrima è in caricamento