Degrado a Torre Squillace. Un lettore denuncia: "Posto massacrato"

Camper e autovetture parcheggiati sugli scogli, a pochi passi dall'area protetta. E poi rifiuti, assenza di controlli nonostante le numerose sollecitazioni ed inquinamento del mare. Sono alcuni dei problemi segnalati

Una delle foto scattate dal lettore

TORRE SQUILLACE (Nardò) - Uno scempio che, ogni anno, si verifica sulle coste del Salento, in particolar modo su quelle neretine. Un lettore di Lequile ha denunciato, attraverso alcune foto, la situazione in cui versa Torre Squillace, una delle marine di Nardò, a ridosso, peraltro, della riserva marina di Porto Cesareo. "I rifiuti vengono lasciati lì, ogni anno, a poca distanza dai bagnanti, per tutta la stagione estiva, nonostante varie segnalazioni al Comune di Nardò e agli agenti della polizia municipale", ha fatto sapere il lettore di LeccePrima.

Nel periodo di ferragosto, inoltre, altro problema:  camper e auto parcheggiati sulla scogliera a ridosso dell'antica torre. "Nessun controllo o repressione di questo malcostume viene effettuato dalle autorità competenti, gli agenti di non sono mai presenti in questa zona molto popolata d'estate e uno dei più belli angoli naturali del nostro Salento viene deturpato e massacrato. Le roulotte che stazionano e che non apportano alcun vantaggio al turismo e alla nostra economia sicuramente scaricano a mare i loro rifiuti. Mi domando e lo chiedo alle autorità competenti: è così che si vuole incrementare il turismo a danno dell'ambiente o piuttosto con una più stretta vigilanza e repressione di potrebbero ricavare fondi per le esauste casse pubbliche e consentire ai titolari di aziende turistiche di lavorare  meglio e di più?".

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento