Lunedì, 20 Settembre 2021
Moi te nde ticu quattru

"Rendete la strada sicura o parte la denuncia penale"

Gabriele Mariano, coordinatore del comitato indipendente dei Numeri 0 "Signor Nessuno", annuncia: "Solo dopo questa minaccia si è dato il via ai lavori per viale Risorgimento"

Il cantiere è appena stato aperto.

"Come segnalatovi più volte dal 3 aprile scorso, ad oggi non è stato risolto lo stato di pericolo su viale Risorgimento. Vista la presa in giro da parte della Sgm che mi rinvia di giorno in giorno, a datare da oggi vi ritengo penalmente responsabili, ognuno per la propria competenza, per eventuali danni che potrebbero subire persone per la mancanza di segnaletica a terra per la delimitazione delle corsie di accelerazione e decelerazione, come da foto allegate". Così ieri Gabriele Mariano, coordinatore del comitato indipendente dei Numeri 0 "Signor Nessuno", in una lettera indirizzata a sindaco, assessore alla Mobilità e direzione della Sgm di Lecce.

Viale Risorgimento è ritenuta una strada particolarmente rischiosa, e per questo, spiega Mariano, "in mancanza di eliminazione del pericolo entro e non oltre mercoledì 21 maggio mi vedrò costretto a rivolgermi alla Procura della Repubblica di Lecce per eventuali reati di omissione". E voilà, detto fatto. Da questa mattina, ecco i lavori. "Come si evince dalle foto allegate - spiega Mariano - solo dopo questa messa in responsabilità penale la Sgm ha provveduto ad inviare la squadra per la messa in sicurezza del viale Risorgimento. Un'altra battaglia vinta dal comitato in favore della sicurezza dei cittadini - annuncia - e contro l'inerzia della burocrazia della struttura del Comune".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rendete la strada sicura o parte la denuncia penale"

LeccePrima è in caricamento