Moi te nde ticu quattru

"Ripascimento sabbia: da noi si litiga, altri agiscono"

"In Emilia Romagna l'industria turistica non beneficia di mare pulito e cristallino (come nel Salento) ma compensa con idee, progetti ed interventi"



di Lino Scardia

Sono un assiduo lettore del vostro quotidiano on-line e perciò vi devo ringraziare in quanto mi permettete di seguire le cronache della mia terra natia pur essendo a circa 900 chilometri. di distanza. Già altre volte mi è capitato di fare commenti o denunce nella fortunata rubrica "Moi te nde ticu quattru", stavolta però lascio da parte le parole e allego una pagina della Gazzetta di Modena del 7 giugno 2007 dove viene descritto un intervento di ripascimento dell'arenile fatto sulla riviera romagnola.

Ogni commento è superfluo, lascio alle parole del cronista degli spunti di riflessione su come si muovono le istituzioni in questa regione (Emilia Romagna) facendo sistema in sinergia tra pubblico e privato per il bene dell'industria turistica che non beneficia di mare pulito e cristallino (come nel Salento) ma compensa con idee, progetti ed interventi che non vanifichino il lavoro di migliaia di persone che ogni anno tragono beneficio dalle centinaia di migliaia di turisti che si riversano in Romagna.

* In allegato, l'articolo citato dal lettore.

gazzetta di modena 7 giugno 2007

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ripascimento sabbia: da noi si litiga, altri agiscono"

LeccePrima è in caricamento