Moi te nde ticu quattru Porto Cesareo

Strade private: ma private per chi?

Fotografie e poche righe, parole semplici rivolte alle istituzioni. Strade private ma private per chi? Non si capisce il motivo di sbarrare l'ingresso sulla spiaggia ai cittadini

Ecco la sequenza di fotografie scattate dal lettore, immagini che ritraggono il divieto di accesso verso le spiagge di Torre Lapillo

Fotografie e poche righe, parole semplici rivolte alle istituzioni. Strade private ma private per chi? Non si capisce il motivo di sbarrare l'ingresso sulla spiaggia ai cittadini. La denuncia da parte di un lettore che scrive a LeccePrima per evidenziare i divieti di accesso difficili da giustificare.

*********

Gent.ma redazione di Lecceprima vorrei segnalare con la presente una situazione che mi ha molto colpito che accade a Torre Lapillo. Infatti quest'anno, dopo alcuni anni di assenza, sono tornato a frequentare queste spiagge del nostro territorio e con profonda sorpresa ho notato che molte vie di accesso al mare sono state di fatto "privatizzate" (come da fotografie allegate). Mi chiedo pertanto se è legale una situazione del genere, che impedisce un comodo accesso al mare agli handicappati, agli anziani ed alle famiglie con figli piccoli; e che dire inoltre per l'eventuale accesso dei mezzi pubblici di soccorso che sicuramente avrebbero notevoli impedimenti nello svolgimento del proprio servizio?

Inoltre se parliamo di legalità che diritto hanno pochi proprietari di case (probabilmente anche abusive in quanto a ridosso delle spiagge) a limitare il diritto ad accedere comodamente al mare di migliaia di altri cittadini salentini? E le case che espongono cartelli di affitto vengono dichiarate al fisco?

Noi cittadini salentini siamo stati fortemente penalizzati dall'eccessiva proliferazione di lidi privati che hanno ridotto le spiagge libere a pochi pezzettini, dove si accalcano migliaia di persone che pagando le tasse del ns. territorio avrebbero sicuramente più diritti.

Gradirei che queste domande fossero poste all'attenzione del Comune territorialmente competente, alla Capitaneria di Porto, alla Magistratura ed alle forze dell'ordine per verificare se sono stati commessi eventuali reati. Vi ringrazio per la possibilità che mi date di portare il problema all'attenzione dell'opinione pubblica.


Andrea Signore, Lequile

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade private: ma private per chi?

LeccePrima è in caricamento