Lancia vecchi rifiuti dal primo piano. La denuncia: "Dov'è l'amministrazione?"

Un residente del centro storico ha assistito ad un insolito trasloco, in pieno giorno. Un uomo si sarebbe disfatto di merce datata, gettandola dal primo piano dell'abitazione, giocando a "basket" con un cassonetto pubblico

Il cassonetto della "discordia"

LECCE  - Eppure di traslochi ne ha visti. Sia in Italia, che all'estero. Ma quello più sconvolgente, per Mario Giorgio, un cittadino leccese, si è tenuto nella mattinata di oggi quando, suo malgrado, ha assistito ad una scena grottesca. Un "modo nuovo di liberarsi dalle cose vecchie", lo ha definito il malcapitato.

In via Marco Basseo , in pieno centro, in corrispondenza di un'abitazione, una casa alloggio del Comune, era stato posizionato un cassonetto pubblico  per la raccolta dei rifiuti. Il lettore che ha segnalato l'episodio ha poi capito perché: dal primo piano, un uomo ha cominciato a riversare vecchi televisori, assi di legno, pensili marci e spazzatura di varia natura. Terminata l'operazione, ha sospinto il contenitore, ricollocandolo nella sua postazione  quotidiana. 

"A Lecce, quel signore che  ha la  casa, gratis,  non paga l'acqua, l'Imu, perché quei costi qualcuno ritiene che debbano essere a carico di tutta la comunità e scaraventa  di tutto dalla finestra, è privo di dignità!, denuncia Mario Giorgio, che ha colto l'occasione per chiedere l'intervento dell'amministrazione, per risollevare la zona da disagi che, da troppo tempo, non vanno più giù ai residenti del centro storico.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
LeccePrima è in caricamento