Domenica, 25 Luglio 2021
Moi te nde ticu quattru

Via le scale, ma per scendere bisogna essere acrobati

Ancora disagi a San Cataldo. Un nostro lettore denuncia la difficoltà di raggiungere la spiaggia dopo che il Comune ha provveduto alla sostituzione delle scale con una passerella

Nella foto la passerella incriminata che sostituisce i vecchi gradini

Ecco la prima protesta giungere al vice sindaco di Lecce fresco di nomina, Adriana Poli Bortone, con delega alle Marine. A puntare il dito sulle condizioni di degrado in cui versa San Cataldo è un nostro affezionato lettore, Gabriele Mariano, il quale oltre a chiedere l'intervento dell'amministrazione ci invia qualche foto su quel che ha rilevato nella marina dei leccesi.

"La cartolina che presentate di San Cataldo è deprimente - dice rivolgendosi agli amministratori - e sicuramente non incentivante per il futuro di quella marina e dei suoi operatori commerciali. Nelle foto che allego è evidente l'abbandono e soprattutto la mancanza d'interesse dimostrata dall' attuale sindaco nella passata amministrazione. E tra i tanti disagi avete reso la spiaggia libera inaccessibile alla maggior parte dei cittadini eliminando le scale che consentivano di fruire della spiaggia per persone non acrobati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via le scale, ma per scendere bisogna essere acrobati

LeccePrima è in caricamento