Mercoledì, 4 Agosto 2021
Moi te nde ticu quattru

"Viva la movida, ma i residenti hanno diritto al sonno"

"I recenti provvedimenti adottati dall'Assessorato alle Attività Produttive preoccupano non poco i residenti, che ora temono per l'estate in arrivo"

Immagine 002-2

di Pasquale Aralla *

I recenti provvedimenti adottati dall'Assessorato alle Attività Produttive che prolungano in alcune occasioni l'orario di chiusura di bar e pub nel centro storico preoccupano non poco i residenti che si sono rivolti al sottoscritto nel timore che, durante la prossima stagione estiva, si presumano nottate in bianco e, conseguentemente, momenti di tensione tra frequentatori della movida e abitanti.

Tutto questo è aggravato dai cosiddetti "artisti da strada" che, spuntando come funghi dappertutto ed esibendosi sino alle prime luci dell'alba, in barba a qualsiasi rispetto dei regolamenti, esasperano il già precario riposo dei residenti. E' questa una situazione da affrontare sin da ora e, contando sulla collegialità delle decisioni nel rispetto di quella concertazione già avviata da questa Amministrazione Comunale, invito l'Assessore al ramo a convocare intorno ad un tavolo non solo i rappresentanti dei gestori di bar e pub, ma anche una rappresentanza di cittadini residenti che hanno diritto ad esprimere la propria opinione per giungere, tutti insieme, a misure che permettano una tranquilla vivibilità.

Affidarci solo al buonsenso dei protagonisti della movida non credo sia la soluzione ottimale e, per questo, chiediamo una presenza costante delle Forze dell'Ordine per garantire l'applicazione di quelle regole che permettano un sano divertimento nel rispetto dei luoghi e di chi ci abita.

* Presidente I circoscrizione "Centro-Mazzini"
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Viva la movida, ma i residenti hanno diritto al sonno"

LeccePrima è in caricamento