rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Salute e prevenzione

L’importanza della prevenzione per la salute della donna

Il benessere femminile parte dalla prevenzione: scopriamo quali sono i disturbi più frequenti e quali i principali controlli preventivi per la salute della donna

Secondo le parole deI Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, pronunciate in occasione della Giornata della Salute della Donna 2021 "La salute femminile costituisce un bene primario e collettivo la cui tutela non deve conoscere ostacoli e limitazioni". Tuttavia, nell'ultimo anno, molte donne hanno dovuto rinunciare o rinviare visite ed esami specialistici a causa delle difficoltà legate alla pandemia.

Anche per la salute della donna, la prevenzione è un momento fondamentale: tantissimi studi scientifici hanno infatti dimostrato l'importanza della prevenzione per ridurre l'incidenza di malattie e mortalità, e di conseguenza i costi per il Servizio sanitario nazionale e per la società, ma anche per favorire il mantenimento del benessere e della qualità della vita.

Stress, alimentazione scorretta, vita sedentaria, abitudini disordinate e soprattutto scarsa frequenza di controlli possono mettere a rischio la salute femminile. È quindi importantissimo per tutte le donne prendersi cura della propria salute a 360 gradi, dall'educazione alla prevenzione a casa con autopalpazione al seno e sani stili di vita per mantenersi in buona salute, fino alle visite specialistiche per prevenire i principali disturbi legati alla salute della donna.

Procreazione Medicalmente Assistita: dalla parte della coppia

Questo è il senso della prevenzione, che dovrebbe essere periodica e frequente, in base al fattore di rischio e all'età della donna. Ma non solo prevenzione: è buona norma adottare uno stile di vita sano, praticando attività fisica e seguendo un'alimentazione equilibrata per vivere meglio e salvaguardare la propria salute.

I maggiori rischi per la salute della donna

Quando si parla di salute della donna è molto importante porre la giusta attenzione ad ogni sintomo o disturbo.
In questo senso, la prevenzione diventa un momento fondamentale per individuare problemi più o meno evidenti, effettuata sia attraverso visite e controlli specialistici dalla cadenza definita, sia attraverso l'analisi delle variazioni nell'organismo, nel ciclo ormonale, nel peso e nelle abitudini legate al sonno e all'attività fisica.

Tra i disturbi più frequenti quando si parla di donne e salute possiamo trovare problemi alla tiroide, osteoporosi e tumori al seno.

  • Il Tumore al Seno

Patologia importante che intacca la salute della donna è quella del tumore al seno, argomento sul quale la medicina e la ricerca sono attivamente impegnate da anni e su cui gli studi continuano a crescere.

Nelle donne, il tumore più frequente è quello della mammella, rappresentando il 30% di tutte le neoplasie, seguito da quello del colon-retto (11,2%), polmone (7,3%), tiroide (5,4%) e dell'endometrio (4,6%). Secondo i dati Istat 2018, il carcinoma mammario ha rappresentato con 13.076 decessi, la prima causa di morte per tumore nelle donne.

Anche in questo caso, la prevenzione rappresenta uno degli strumenti fondamentali per un intervento veloce ed incisivo. Dalla fine degli anni novanta, infatti, si è potuto osservare una tendenza continua alla diminuzione della mortalità per carcinoma mammario (-0,8% annuo), attribuibile alla maggiore diffusione dei programmi di diagnosi precoce, e quindi all'anticipazione diagnostica, e anche ai progressi terapeutici.

Per tutte le malattie del seno femminile viene consigliata l'autopalpazione trimestrale, la mammografia e l'ecografia mammaria, con cadenze fisse stabilite dal Ministero della Salute, mentre lo screening per la diagnosi precoce del tumore mammario si rivolge alle donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni e si esegue con una mammografia ogni 2 anni.

  • La Tiroide

La tiroide è un organo soggetto a frequenti disturbi e patologie nelle donne. Anche se le cause non sono ancora chiare, è risaputo che le donne sono più soggette ad alterazioni sia funzionali che morfologiche della tiroide: nei casi di tiroidite di Hashimoto, ad esempio, la percentuale di sviluppo dell'infiammazione nelle donne è del 7% a fronte del 1,3% negli uomini.

Una buona funzionalità tiroidea è importantissima in tutte le fasi della vita, soprattutto per le donne, e per questo motivo la prevenzione diventa un momento fondamentale per prendersene cura, soprattutto se in famiglia vi sono casi di patologie tiroidee.

Oltre all'attenzione nella scelta degli alimenti e dei condimenti, come il sale iodato che aiuta il buon funzionamento della tiroide, è quindi importante sottoporsi periodicamente ad analisi del sangue, che indagano la presenza di ormoni tiroidei, e alla diagnostica per immagini, specialmente ecografica, per tenere sotto controllo la salute della tiroide.

  • Le Ossa

Superata l'età fertile, un'altra patologia che può mettere a rischio la salute della donna è l'osteoporosi.

L'osteoporosi è una malattia sistemica dell'apparato scheletrico che porta all'aumento della fragilità ossea e, di conseguenza, ad un aumentato del rischio di frattura (in particolare di vertebre, femore, polso, omero, caviglia) per traumi anche minimi. In Italia, si stima che l'osteoporosi colpisca circa 5.000.000 di persone, di cui l'80% sono donne in post menopausa.

Per una prevenzione efficace dell'osteoporosi è importante introdurre nell'organismo un'adeguata quantità di calcio e di vitamina D, seguire un'alimentazione varia e sana, praticare attività fisica e sottoporsi periodicamente ad esami specifici come la MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata), che valuta la densità ossea della paziente.

Le innovazioni tecnologiche nella prevenzione della salute della donna

Le numerose innovazioni tecnologiche, una èquipe medica in grado di risolvere ogni possibile problematica in tempi brevi e certi e la grandissima attenzione posta verso le principali problematiche della salute femminile, tra cui le patologie mammarie, le patologie della tiroide e l'osteoporosi, rendono la Clinica Petrucciani un punto di riferimento per la prevenzione e la salute della donna.

In particolare, grazie all'attivazione del nuovo mammografo digitale con tomosintesi Senographe Prsitina Ge, si otterrà una ricostruzione in 3 dimensioni della mammella, con una rapida e indolore scansione ai Raggi X a bassa dose. Grazie all'applicazione della tomosintesi è possibile ottenere un miglioramento di oltre il 40% nella individuazione di tumori maligni della mammella, e una riduzione del 15% dei richiami necessari per indagini diagnostiche integrative per evitare di incorrere in probabili falsi negativi. Grazie poi alla combinazione con il nuovo ecogrado di "fascia top" CompatXtreme Philips "CX50 POC", la senologia in Clinica Petrucciani compie un prodigioso balzo in avanti e può offrire alle donne un livello di diagnostica elevatissimo, pari a quello dei centri di senologia più accreditati a livello nazionale.

Inoltre, la senologia diagnostica e chirurgica della Clinica Petrucciani è funzionalmente integrata nella "Breast Unit" della Rete Oncologica Salentina, per cui ogni donna che necessiti di completare il proprio percorso assistenziale con altre prestazioni specialistiche viene accompagnata nella maniera più appropriata e indirizzata presso le strutture sanitarie del territorio più adeguate.

Per quanto riguarda le patologie della tiroide, presso la Clinica Petrucciani è possibile sottoporsi a specifici percorsi diagnostici, partendo dalla visita, dalla ecografia e dagli esami di laboratorio specifici. In caso di positività della risposta diagnostica, segue l'esecuzione di agoaspirato tiroideo con conseguente valutazione citologica, corredata dalle indagini più avanzate di genetica molecolare. In caso di diagnosi di neoplasia tiroidea, la Clinica Petrucciani garantisce la conseguente valutazione e l'intervento con l'équipe chirurgica del Dr Corrado Manca, forte di una significativa casistica e di una consolidata esperienza nel settore.

Infine, altro settore di rilevante importanza per la salute della donna è la diagnostica dell'osteoporosi, che oggi si avvale di un nuovo e potente strumento di indagine, il Densitometro osseo "DXA Lunar Prodigy" (GE) di ultima generazione, che consente sia studi di densità ossea che di composizione corporea.

Ma non solo. Grazie alle sue applicazioni "software", il nuovo Densitometro "Lunar Prodigy" consente di eseguire studi molto raffinati anche sulla composizione corporea (cioè la percentuale di massa grassa, di massa magra e di acqua), fondamentali nel supporto allo studio di condizioni dismetaboliche come diabete e obesità, come anche nella valutazione clinica dell'atleta nella medicina dello sport.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’importanza della prevenzione per la salute della donna

LeccePrima è in caricamento