rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Salute e prevenzione

SOS mal di schiena: cosa fare e cosa non fare per combatterlo

Il mal di schiena colpisce tantissime persone di tutte le età: ecco cosa fare e cosa non fare per prevenire e combattere il dolore

Il mal di schiena è una delle patologie più diffuse che colpisce il sistema muscolo-scheletrico di uomini e donne di qualsiasi età.

Tra le patologie più diffuse al mondo, tanto da aver interessato almeno una volta nella vita circa l’80% degli italiani, e tra i principali motivi di consulto medico e di assenza dal lavoro per infortunio, il mal di schiena può essere scatenato da fattori diversi e nei casi più gravi, può risultare estremamente fastidioso e debilitante per chi ne soffre, conducendo anche allo sviluppo di problemi posturali.

Vediamo quindi insieme che cos'è esattamente il mal di schiena, quali possono essere le cause e le nuove tecniche nel campo della medicina per combattere il dolore alla schiena.

Che cos’è il mal di schiena 

Solitamente, per mal di schiena si intende una patologia che comporta dolore e infiammazione a livello del dorso e della colonna vertebrale. Sebbene possano interessare qualunque tratto del dorso, i tipi di mal di schiena più comuni sono:

  • cervicalgia
  • dorsalgia
  • lombalgia

La cervicalgia è una patologia molto frequente a causa della grande mobilità della zona e della sua sensibilità alle alterazioni posturali. La cervicalgia si manifesta solitamente con dolore e rigidità muscolare nella zona del collo, spesso accompagnate da mal di testa intenso, vertigini, sbalzi d’umore, disturbi del sonno e difficoltà a svolgere le attività quotidiane.

La dorsalgia si caratterizza per la presenza di dolore nella regione dorsale della colonna vertebrale o del torace posteriore, che si può anche irradiare verso le aree laterali della schiena. I sintomi più comuni della dorsalgia sono: dolore acuto e pulsante nella regione laterale e dolore che si accentua in determinate posizioni, come nella flessione o nella rotazione. 

Per lombalgia si intende un dolore localizzato nella parte bassa della schiena, tra le ultime coste e l’inizio delle natiche, che spesso si irradia agli arti inferiori e che coinvolge frequentemente anche il nervo sciatico. I sintomi più comuni della lombalgia sono: dolore acuto nella parte bassa della schiena, dolore muscolare e rigidità, intorpidimento e/o debolezza degli arti inferiori, dolore nella regione lombare durante i movimenti di flessione, dolore irradiato agli arti inferiori associato a formicolio, intorpidimento e/o sensazione di caldo o freddo.

Le cause del mal di schiena

Le patologie della colonna vertebrale, soprattutto a livello lombo-sacrale e cervicale e associate anche a ernie dei dischi inter-vertebrali, hanno impatti sempre più severi sulla salute delle persone. Tali patologie non risparmia nessuna fascia di età. Infatti, se nella popolazione più anziana le patologie dei dischi inter-vertebrali e le conseguenti ernie sono conseguenza di fenomeni artrosici legati all’età, nelle fasce più giovani si assiste al progressivo incremento di queste patologie a causa della sollecitazione anatomica provocata dall’usura lavorativa o da pratiche sportive, ma non solo.

Tra le cause del mal di schiena, infatti, possiamo trovare anche:

  • abitudini di vita scorrette (obesità, sedentarietà, postura scorretta, materasso troppo morbido, tecnica di sollevamento dei pesi errata ecc.),
  • ansia e stress,
  • lesioni traumatiche, 
  • malattie metaboliche, 
  • processi infiammatori
  • osteocondrosi,
  • ernia del disco

Il risultato è uno stato di dolore cronico (mal di schiena, collo bloccato con associate sindromi vertiginose, sensazione di formicolio alle gambe, frequenti blocchi lombari), che in molti casi risulta essere particolarmente invalidante e resistente ai farmaci, senza per questo meritare il rischio di un intervento neurochirurgico. In questo spazio trova indicazione la neuroradiologia interventistica.

La neuroradiologia interventistica contro il mal di schiena 

Per far fonte alla diagnosi e la cura di tantissime patologie e problematiche legate al mal di schiena, la Clinica Petrucciani ha attivato un servizio di neuroradiologia interventistica diretto dal Dr Fernando Lupo, Primario di Neuroradiologia a Lecce e tra i maggiori esperti di neuroradiologia interventistica a livello nazionale.
Il servizio della Clinica Petrucciani è finalizzato al trattamento non invasivo del dolore “difficile” delle patologie aventi grande rilevanza epidemiologica, quali sono le patologie della colonna vertebrale associate a ernie dei dischi inter-vertebrali, soprattutto a livello lombo-sacrale e cervicale.

La neuroradiologia interventistica consiste nell’applicazione di procedure non invasive eseguite sotto il controllo radiologico della TAC e di uno speciale apparecchio radiologico che assicura una visione anatomica completa. Tali procedure spaziano dalle semplici infiltrazioni paravertebrali alla vertebro-plastica per le microfratture vertebrali, alla nucleolisi con ozono e/o laser, ed altre che si rendono necessarie a seconda dei casi. Sicurezza e precisione del trattamento caratterizzano questa attività, i cui risultati assicurano un benessere duraturo.

Cosa fare per combattere il mal di schiena...

Per combattere il mal di schiena puoi seguire alcune buone abitudini. Tra queste:

  • fai sempre attività di stretching prima e dopo l’esercizio fisico;
  • fai regolare attività fisica per migliorare tono ed elasticità muscolare; 
  • esegui esercizi di rilassamento muscolare, anche localizzato, più volte al giorno;
  • utilizza un dispositivo di contenimento appropriato (come il bustino) per la protezione della colonna vertebrale sotto supervisione medica, soprattutto se esegui lavori di carico;
  • cambia spesso posizione quando sei seduto;
  • utilizza sedie ergonomiche, soprattutto se svolgi un lavoro in cui devi star seduto per molto tempo;
  • ricorri a impacchi caldi per rilassare periodicamente i muscoli.

... e cosa non fare 

Per ridurre e non peggiorare il mal di schiena evita:

  • di mantenere posizioni scorrette,
  • di praticare attività fisica in modo non equilibrato o esagerato,
  • di eseguire in modo scorretto e senza protezione gli esercizi fisici di carico,
  • il sovrappeso,
  • situazioni di ansia e stress,
  • lo stile di vita sedentario.

In caso di frequenti dolori alla schiena, rivolgiti subito alla clinica Petrucciani. Segui sempre una dieta varia, sana ed equilibrata, fai movimento, bevi tanto e dormi almeno 8 ore a notte: uno stile di vita sano, infatti, è l’arma migliore per prevenire tantissime patologie croniche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SOS mal di schiena: cosa fare e cosa non fare per combatterlo

LeccePrima è in caricamento