Martedì, 15 Giugno 2021
Sport

"10 chilometri dei boschi": successi di Rutigliano e Boellis, trionfa la solidarietà

E’ stata una domenica speciale, all’insegna dello sport e della solidarietà quella vissuta ieri Calimera. La cittadina della Grecìa salentina ha ospitato la prima edizione della “10 chilometri dei boschi - Memorial Osvaldo e Marcello Longo”. L’evento è stato preceduto da un minuto di silenzio per ricordare le vittime e l’orrore di Parigi

Il minuto di raccoglimento (Foto di Francesco Caputo)

CALIMERA – E’ stata una domenica speciale, all’insegna dello sport e della solidarietà quella vissuta ieri Calimera. La cittadina della Grecìa salentina ha ospitato la prima edizione della “10 chilometri dei boschi - Memorial Osvaldo e Marcello Longo”. Una gara a carattere agonistico organizzata dall’Asd La Mandra con il patrocinio del Comune di Calimera. Tante le iniziative a corredo della gara agonistica, tutte improntate alla solidarietà e alla beneficenza. L’evento è stato preceduto da un minuto di silenzio per ricordare le vittime e l’orrore di Parigi, con la bandiera francese a sventolare sulla linea di partenza.

Bellissimo il percorso tracciato dagli organizzatori, con Cristian Bergamo, campione di casa dal cuore grande, a fare gli onori di casa. Sul podio un tris di grandi atleti: Pasquale Rutigliano dell’Olimpiaeur Camp, che ha chiuso in 31minuti e 22 secondi; Danilo Ruggiero (Gp Parco Alpi Apuane)  32.26 e Daniele Miccoli dell’Atletica Carovigno (32.36). Tra le donne succeso di Luana Boellis, campionessa dell’Atletica Carovigno, prima in 41 minuti e 2 secondi; poi Francesca Mele del Club Correre Galatina (41.21); e Viviana Verri dell’Amatori Corigliano (43.21). Una gara che ha suscitato l’entusiasmo di tutti i partecipanti, che hanno onorato una fantastica domenica di sport. Alla fine ristoro per tutti, tra abbracci, battute e sorrisi, ingredienti perfetti per vivere una giornata da serbare tra i ricordi più belli.

Ancora una volta gli appartenenti dell’associazione “Asd La Mandra”, hanno messo in primo piano i temi sociali, organizzando un evento capace di unire l’amore per lo sport alla solidarietà e alla sensibilizzazione sul tema delle disabilità. Non è un caso che la manifestazione sia legata al triste fenomeno delle vittime della strada, con una dedica speciale a due giovani fratelli scomparsi e uniti per sempre: Osvaldo e Marcello Longo.

Destini, grandi storie di solidarietà e di vita che si intersecano con l’amore per lo sport, la solidarietà e l’amicizia. A rendere ancora più importante la manifestazione la presenza di alcuni grandi atleti paraolimpici di caratura internazionale come il colonnello Carlo Calcagni e Leonardo Melle che a bordo della loro handbike, accompagnati dalla campionessa internazionale Grazia Turco e da Adriano Bolognese, campione di Mtb, hanno partecipato ad una gara dimostrativa. Un progetto inserito nel programma di Cooperazione territoriale europea Grecia-Italia 2007-2013 (Innovability innovation technologies for different abilities).

All’evento podistico è stata abbinata anche la prima “Fitwalking in famiglia”, passeggiata non competitiva di km 8,5 circa, il cui ricavato è stato interamente devoluto all’associazione 2HE – Center for Human Healt and Enviroment che cura e porta avanti il progetto “IO POSSO” (www.ioposso.eu).

Circa una ventina gli amici a quattro zampe che hanno partecipato alla prima “pet trekking”, passeggiata con “l’animale amico” di 4,5 chilometri circa. Il ricavato dell’iscrizione è stato devoluto interamente a favore del Museo di Storia Naturale di Calimera. Una bella iniziativa per unire storia, cultura e amore per la natura.

Progetti ambiziosi quelli de “La Mandra” che a due anni dalla sua fondazione è ancora protagonista dimostrando che sport, amicizia, condivisione, passione e solidarietà possono coesistere e percorrere lo stesso sentiero, dando alle generazioni future l’incipit per operare nell’interesse di tutti, rilanciando il messaggio che ognuno di noi ha eguale importanza per tutti e perciò nessuno dovrà rimanere indietro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"10 chilometri dei boschi": successi di Rutigliano e Boellis, trionfa la solidarietà

LeccePrima è in caricamento