Sport Via dell' Emigrante, 5

Grinta e cuore: Aurispa Alessano vincente al tie break a Mondovì

L’Aurispa Alessano con una prova tutta cuore si aggiudica la delicata sfida con Mondovì e si gode, almeno per una notte il primato in solitaria della Pool B

L’Aurispa Alessano con una prova tutta cuore si aggiudica la delicata sfida con Mondovì e si gode, almeno per una notte il primato in solitaria della Pool B. Per questa sfida, sicuramente non decisiva ma molto importante per le sorti delle due squadre, i due allenatori si affidano ai loro uomini migliori.

Coach Barisciani schiera Cortellazzi al palleggio con Paoletti opposto, Parusso e Picco al centro, Borgogno e Mercorio in banda con Prandi libero. Tofoli si affida al collaudato 6+2 : Alberini-Culafic, Usai-Tomassetti, Lazzaretto-Lipinsky, Bisci libero e Loglisci a dare il cambio a Lazzaretto in seconda linea.

La gara inizia nel segno dell’equilibrio fino al turno in servizio di Cortellazzi che, complici anche gli errori in attacco di Lipinsky e a un muro monregalese insormontabile , permette ai suoi di prendere 4 punti di vantaggio(10-6). Alessano riagguanta subito la parità, ma è ancora il servizio dei padroni di casa a fare la differenza con Mondovì che va sul 16-13. L’Aurispa con pazienza cerca di rimanere a stretto contatto con Mondovì e un ace di Culafic fissa la parità a 21.

L’ex Borgogno, con il sesto muro di squadra nel game, regala il primo set point ai suoi, sfruttato alla seconda occasione da Paoletti. Nel secondo parziale Alessano sembra più convinta, Culafic è un demonio in battuta e con tre ace porta i suoi sul 6-1 costringendo Barisciani a bloccare subito il gioco. Al rientro in campo le squadre sbagliano tanti servizi , Alessano ne mette in rete cinque consecutivi permettendo a Mondovì di rientrare nel set (13-10).

Alessano riesce a scappare nuovamente sul 20-14, ma Mondovì non molla e riesce ad accorciare sul 22-19. Gli ospiti sembrano fermarsi e Parusso con un ace porta i suoi sul 23-23. Le squadre vanno ai vantaggi e dopo una serie di set point Alessano riesce a chiudere sul 27-25 grazie ad un pallonetto di Culafic. Mondovì cerca subito l’allungo (4-1), ma Alessano rientra subito (8-8). I biancazzurri non riescono a sfruttare i tanti contrattacchi e i padroni di casa riescono a portarsi avanti di 2 (11-9).

Paoletti è immarcabile e Mondovì si presenta nella fase calda del set ancora avanti di un break (19-17). Alessano commette tante ingenuità a muro e i piemontesi ne approfittano per portarsi sul 22-19 con Tofoli costretto al time out. Lipinsky risulta non pervenuto, Culafic manda fuori un attacco e Mondovì chiude per 25-20 grazie all’errore al servizio di Alberini. Quarto set conl’Aurispa che cerca subito la fuga e si porta sul 13-9, ma Mondovì con pazienza riesce a recuperare portandosi sul 16-14.>Alessano non demorde e riesce a prendere ancora un discreto vantaggio.

Lipinsky riesce finalmente a murare Paoletti (19-14), Culafic prende letteralmente la squadra per mano, attacca forte e mura Mercorio dilatando ancora di più il vantaggio ospite. Sul finale di set è Lazzaretto a salire in cattedra con due attacchi consecutivi che portano il punteggio sul 25-17.

Il tie break si apre con un ace fortunoso di Lipinsky e con Alessano che cerca subito di spingere. I monregalesi reagiscono subito mettendo il game in parità (5-5), ma sono gli ospiti a trovare il guizzo giusto per andare avanti di 2 al cambio campo (8-6). Culafic è imprendibile ed Alessano arriva sul 13-9. Mondovì non ci sta e con un parziale di 4-0 rimette tutto in discussione (13-13). Un errore di Cortellazzi in battuta e un ace di Culafic (il quinto della gara) permettono all’Aurispa di andare sul 15-13 e vincere una gara molto complicata contro una formazione mai doma.

Paolo Tofoli: “Non abbiamo fatto una grande partita. Abbiamo vinto ugualmente, ma abbiamo giocato con il freno a mano tirato. La vittoria è importante ma non abbiamo fatto una prova di piena maturità. Sapevamo che Mondovì era un campo difficile, ma dovevamo fare meglio. Spesso ci siamo fermati e di questo non sono contento. Godiamoci la vittoria, ma ripeto, non sono contento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grinta e cuore: Aurispa Alessano vincente al tie break a Mondovì

LeccePrima è in caricamento