rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Altro

Boccia paralimpica: exploit salentino con due ori, un argento e un bronzo

Alessandro Rollo della Lupus 2014 di Lecce ha dominato nella categoria BC1, Francesco Stefanizzi della Sannicolese nella BC2. Argento per Angelo Greco nella BC5 e bronzo per Sabrina Rizzo nella BC4

ROMA – Due medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo, un bottino da brividi, che fa brillare gli occhi dei salentini. Se la boccia paralimpica è sempre più una realtà in Italia (si contano oggi più di mille e 500 tesserati e 172 società sportive, numeri che rendono orgoglioso il presidente federale Marco Giunio De Sanctis), la provincia di Lecce può dirsi oggi all’avanguardia per la capacità di portare avanti progetti sportivi e atleti in grado di emergere ai massimi livelli. E, perché no, di guardare anche fiduciosi alla possibilità di conquistare spazio in vista delle Olimpiadi di Parigi, previste per il 2024.  

La dimostrazione lampante è arrivata ieri, con i ragazzi provenienti dal Salento che hanno conquistato ben quattro podi. Tre di questi hanno riguardato i Campionati italiani assoluti di boccia paralimpica e uno i Campionati nazionali, nel corso delle competizioni che si sono svolte a Roma, presso il Centro tecnico federale, e con i partecipanti suddivisi per categorie, stabilite in base alla patologia funzionale: BC1, BC2, BC3, BC4 (Campionati assoluti) e BC5 (Campionati nazionali).

7c32c7e8-11b4-47c7-b94a-e09d7f681d1c-2

Nella BC1 ha dominato Alessandro Rollo della Lupus 2014 di Lecce, il quale in finale ha battuto per 3 a 2 Pietro Melone della Fenice, società della provincia di Monza e della Brianza. Per Rollo una gioia ancor più grande, considerando che si è trattato di un bis, dopo l’exploit del 2019. Il secondo oro a un salentino, invece, è andato nella categoria BC2 a Francesco Stefanizzi della Sannicolese, che ha vinto contro Elia Vettore, atleta della Orange Bowl di Padova. E non è tutto, perché la Sannicolese è stata protagonista anche con Sabrina Rizzo, terza nella categoria BC4. Mentre, tornando alla Lupus 2014, nella categoria BC5, si è aggiudicata un ottimo secondo posto con Angelo Greco, il quale è stato superato solo in finale da Rosetta Vacante della Sportento di Torino.

Particolarmente emozionato è apparso Giuseppe Rollo, il tecnico della Lupus 2014, la società leccese di cui presidente è Andrea Cozza. “Da tecnico della Lupus 2014 ed ex tecnico di Francesco Stefanizzi e come secondo tecnico di Valentina Carratta della Bocciofila Calimerese (altra società in gara, ndr) sono molto soddisfatto e contento di aver contribuito allo sviluppo della boccia in Puglia”. Dichiarandosi orgoglioso di tutti gli atleti salentini, ha esortato a “continuare così, con umiltà, lealtà e fair play”.

Il pensiero del tecnico è andato anche ad altri atleti tesserati con la Lupus 2014, fra cui Deborah Giannaccari e Ivan Indraccolo, i quali “si sono molto impegnati in questo campionato dando il meglio di sé”, anche se non hanno ottenuto piazzamenti sul podio. “Tutti gli atleti sono stati supportati fisicamente e psicologicamente dallo staff e dai genitori capitanati dal presidente Andrea Cozza. Non mi rimane che dire ancora una volta: Puglia avanti così”. 

Qui il resoconto sulla manifestazione con l'elenco di tutti i premiati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boccia paralimpica: exploit salentino con due ori, un argento e un bronzo

LeccePrima è in caricamento