rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Un importante riconoscimento

La Lupus 2014 incoronata Eccellenza sportiva per il 2022 dalla Regione Puglia

I ragazzi salentini della boccia paralimpica non nascondono le proprie ambizioni: puntano a portare qualcuno dei loro atleti alle olimpiadi di Parigi del prossimo anno. Tenaci, affiatati, motivati, ci sono tutti gli ingredienti per sognare l'impresa. Intanto, l'assessorato allo Sport tributa loro un importante riconoscimento

LECCE – C’è un gruppo che non si ferma e non si arrende mai. La sedia a rotelle, non un ostacolo, ma uno stimolo per superarsi. Sono i ragazzi della Lupus 2014 di Lecce, così esplosivi nella loro determinazione e talmente lanciati nella sfera agonistica, da essere stati incoronati Eccellenza sportiva per il 2022 dall’assessorato allo Sport della Regione Puglia.

I ragazzi della Lupus sono oggi ritenuti fra i maestri, in Italia, della boccia paralimpica. E non lo diciamo noi per spirito campanilistico, visto che questi giovani sono tutti della provincia di Lecce. Parlano, per loro, i risultati maturati sul campo. In tutta la nazione. Dove arrivano, fanno faville. E sono ritenuti fra gli atleti da temere e da battere. L’ultimo successo, giusto qualche mese addietro al Palaventura, con due ori, due argenti e un bronzo.

Il riconoscimento della Regione Puglia è arrivato proprio in virtù dei risultati racimolati fra 2021 e 2022 in campo nazionale. E gli atleti che compongono un gruppo sempre più affiatato, quello composto da Andrea Cozza, Alessandro Rollo, Giuseppe Rollo, Angelo Greco, Ivan Indraccolo, Deborah Giannaccari, Giancarlo Schipa e Giuseppe Calogiuri, ottengono così oggi un giusto riconoscimento, dopo anni di sforzi, con passione senza limiti, per portare avanti una disciplina relativamente nuova e che sta diventando sempre più coinvolgente. Dire che siano fra i pionieri, non sarebbe un azzardo. 

e563a5e7-0af0-4d39-a110-196b3437fc7b

Andrea Cozza, presidente della Lupus 2014, con affetto ringrazia tutti coloro, fra enti pubblici e sponsor privati, che stanno sostenendo la causa. “Permettono alla Lupus 2014 di continuare a sognare di inviare una propria rappresentanza alla conquista di più alte vette”, spiega. Vale a dire, senza troppi giri di parole: “Olimpiadi di Parigi del 2024”.

E i ragazzi ce la stanno mettendo davvero tutta. A Roma, nell’ottobre scorso, Angelo Greco s’è riconfermato vicecampione italiano nella categoria BC5, per dirne solo una. Spirito di squadra, tenacia, concentrazione e capacità di guardare lontano, oltre l'orizzonte, con entusiasmo e voglia continua di migliorarsi, sono gli ingredienti che fanno della Lupus 2014 una realtà sportiva di cui andare fieri.

La boccia paralimpica è una disciplina che sta prendendo sempre più piede. Oltre mille e 500 i tesserati, ben 172 società le sportive presenti oggi in Italia. Con la provincia di Lecce all’avanguardia per la capacità di portare avanti progetti ai massimi livelli. E allora, nessun sogno è precluso. Nemmeno quello che porta sulla strada di Parigi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lupus 2014 incoronata Eccellenza sportiva per il 2022 dalla Regione Puglia

LeccePrima è in caricamento