Visione di gioco e dinamismo sulle fasce: così gli attaccanti diventano super

Dietro l'exploit del reparto offensivo del Lecce, c'è la regia dei centrocampisti e la propulsione dei laterali: le occasioni da rete sono una logica conseguenza

Marco Mancosu.

LECCE – Tifosi e addetti ai lavori parlano, giustamente, di Caturano e Torromino. Non c’è nulla di regalato o di superfluo: due attaccanti che hanno messo a segno tre goal a testa in 180 minuti meritano titoli e applausi.

Il Lecce che Padalino sta plasmando, tuttavia, va oltre. Almeno tre, infatti, sono le differenze principali, al di là del modulo (ora un 4-3-3 puro), rispetto alla squadra vista in azione con Braglia in panchina: la prima risiede in un centrocampo con due elementi, Mancosu, Pacilli e Arrigoni, dotati di visione di gioco e precisione nei passaggi; la seconda riguarda le fasce laterali, ora in perenne movimento: Ciancio e Vitofrancesco sembrano poter garantire le sovrapposizioni sufficienti a tenere gli avversari sempre sull’attenti ma anche una discreta copertura della fase difensiva; la terza, conseguenza della precedente, è la capacità di effettuare cross interessanti, e non semplici pallone scodellati, con una certa frequenza.

Sul fronte delle cose da rivedere – e sarebbe strano che non ce ne fossero dopo solo due giornate – c’è sicuramente la transizione dall’azione d’attacco a quella difensiva. Più volte, ieri, l’Akragas ha potuto distendersi approfittando di una certa spaccatura in due tronconi - con il solo Arrigoni a far da frangiflutti - e una squadra più cinica dei siciliani avrebbe potuto far male. Questo difetto, a dire il vero, era tangibile anche lo scorso anno sebbene allora fosse imputabile più ad un’età media piuttosto alta e non a una filosofia tattica disposta ad assumere qualche rischio, quale quella di Padalino.

Insomma, il Lecce che il direttore sportivo Mauro Meluso ha consegnato all’allenatore foggiano, appare pressoché completo numericamente – un altro centravanti non guasterebbe, per stare tranquilli -, assortito in qualità e quantità, dinamico dal punto di vista atletico. Ingredienti indispensabili per puntare il traguardo promozione.

I numeri della seconda giornata

I risultati: Siracusa-Foggia 1 a 2; Fidelis Andria-Catania 0 a 0; Cosenza-Taranto 0 a 1; Casertana-Monopoli 0 a 1; Lecce-Akragas 4 a 1; Matera-Paganese 2 a 1; Virtus Francavilla-Catanzaro 1 a 0; Reggina-Messina 2 a 0; Vibonese-Fondi 1 a 0; Juve Stabia-Melfi 4 a 0.

La classifica: Lecce e Foggia 6; Matera, Taranto, Vibonese 4; Juve Stabia, Reggina, Cosenza, Virtus Francavilla, Monopoli, Messina, Melfi 3;Fondi 2; Paganese, Casertana, Siracusa, Catanzaro 0; Catania -2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il prossimo turno (terza giornata): Melfi-Lecce; Catanzaro-Fidelis Andria; Akragas-Reggina; Catania-Fondi; Paganese-Casertana; Matera-Cosenza; Foggia-Vibonese; Messina-Virtus Francavilla; Monopoli-Juve Stabia; Taranto-Siracusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento