Sabato, 18 Settembre 2021
Sport Nardò

ANNO NUOVO, TORO VECCHIO. FRASCOLLA REGALA IL SUCCESSO

Si apre con una vittoria l'anno nuovo del Nardò. Ai granata basta un gol di Frascolla per regolare il Locorotondo e conservare il primato in classifica

Foto di Walter Macorano.

Il Toro riparte da dove aveva lasciato. Il 2009 si era chiuso con la vittoria per 1-0 a Tricase, e con il medesimo risultato i granata si impongono sul Locorotondo guidato dall'ex Terracenere. Le due compagini scendono in campo con la stessa tattica: il 4-3-3; due le esclusioni eccellenti: Tartaglia da una parte e De Tommaso dall'altra, entrambi in panchina per scelta tecnica.

Il Toro parte forte: al 7' dal sinistro di Irace parte l'invenzione che smarca Di Rito, la conclusione del bomber argentino trova la mano protesa di Loporchio che si rifugia in corner. Dal calcio d'angolo susseguente Frascolla ha la palla buona sul destro, ma il Locorotondo si salva sulla linea. La strategia degli ospiti non incute particolari timori alla retroguardia granata, tuttavia il Loco si difende bene, lasciando pochi varchi alle offensive dei padroni di casa. Al minuto 36 il Nardò si rifà vivo dalle parti di Loporchio: tiro-cross di Di Rito, Tridente è sulla traiettoria e per poco non realizza una sfortunata autorete. La partita non si sblocca e il match si infiamma, qualche scaramuccia tra De Padova e Barnaba, subito sedata dal direttore di gara. Sugli sgoccioli del primo tempo l'incontenibile velocità di Serri, tra i più propositivi dei suoi, crea qualche grattacapo ai difensori granata, il suo tiro termina alto.

Nella ripresa la metamorfosi del Toro: Longo passa dal 4-3-3 al 4-2-4 inserendo Parlacino per Ruggiero. Il gol non tarda ad arrivare: dal corner sponda di testa di Calabuig per Frascolla che in scivolata deposita il pallone in fondo al sacco, prima gioia stagionale per il giovane centrocampista granata (nella foto). Da qui in poi, il match del Toro sarà tutto in discesa. Non basta l'ingresso di De Tommaso a dare brio alle manovre del Loco. E al 65' arriva la mazzata: doppia ammonizione ed espulsione per Zaccaro, Locorotondo in dieci uomini. Longo vuole portare a casa i tre punti senza troppi patemi e si cautela con l'ingresso di Tartaglia per De Benedictis e successivamente di Marini per Di Rito. L'unica speranza di pareggiare dei locorotondesi è al minuto 77: il calcio di punizione di Cassano è ben indirizzato e scalda i pugni di Bassi. Il Toro non soffre più e chiude in avanti: al 90' serpentina di Contessa tra le maglie avversarie ma il suo sinistro sfiora il palo alla destra di Loporchio. Non c'è più tempo per le speranze di De Blasio e compagni, il Nardò batte il Locorotondo 1-0.

Questo successo consente agli uomini di Longo non solo di rimanere al primo posto in classifica, ma anche di allungare sul Trani che scivola a Terlizzi. Bottino pieno invece per Molfetta e Copertino. I granata dovranno ricaricare in fretta le pile, mercoledì infatti andranno a fare visita proprio ai rossoverdi, interessantissimo anche l'altro confronto al vertice Trani-Molfetta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ANNO NUOVO, TORO VECCHIO. FRASCOLLA REGALA IL SUCCESSO

LeccePrima è in caricamento