Sport

Apnea, dopo l’argento per Giurgola anche l’oro: meno 93 con pinne

Grandi soddisfazioni dalle acque di Ischia che confermano l’Italia tra le eccellenze mondiali dell’apnea

A sinistra, Michele Giurgola.

NAPOLI  – Due giorni davvero brillanti nelle acque di Ischia per Michele Giurgola, leccese classe 1979, e per la cagliaritana Chiara Rossana Obino, che dopo gli argenti mondiali, conquistati ieri nelle gare di apnea in assetto costante con monopinna, hanno deciso di salire di un gradino sul podio e accaparrarsi il titolo iridato con pinne, raggiungendo la profondità di -93 metri per Giurgola, e di -67 metri per la Obino.

Altro Azzurro della Federazione Italia Pesca Sportiva e Attività Subacquee che porta a casa una medaglia è il napoletano Vincenzo Ferri, classe 1984, che con -84 metri si tinge di argento, seguito dal francese Remy Dubern (-82 metri). Quarto posto per Davide Carrera (-75 metri), quinto per Homar Leuci (-72 metri), che confermano come l’Italia sia tra le eccellenze mondiali dell’apnea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apnea, dopo l’argento per Giurgola anche l’oro: meno 93 con pinne

LeccePrima è in caricamento