Sabato, 24 Luglio 2021
Sport

Appunti giallorossi: riuscito l’aggancio al Perugia, il Frosinone non molla

Al termine della 26esima giornata, il Lecce è appaiato agli umbri, sconfitti a Catanzaro, che restano però favoriti nello scontro diretto. La capolista non si concede distrazioni contro il Grosseto, la Salernitana vince il derby con il Benevento

Il Lecce dopo la vittoria con l'Ascoli (foto Chilla).

LECCE – Il 2 febbraio il Lecce usciva sconfitto dallo scontro in casa con il Perugia e si ritrovava, quarto e a dieci punti dagli umbri, primi in classifica. Volti scuri in casa giallorossa, ma gli applausi del pubblico del Via del Mare lenivano il dolore di una battuta d’arresto che sembrava l’abbandono definitivo dei sogni di promozione diretta.

E’ trascorso un mese da quel giorno dal sapore amore e la situazione si è capovolta. E’ quasi incredibile, ma il Lecce ha recuperato quello svantaggio con quattro vittorie consecutive alla quali ha fatto da contraltare un magro bottino per i biancorossi di Camplone: per Comotto e compagni, oggi ko Catanzaro per 1 a 0, solo due pareggi. A parità di punti, 46, il Perugia ha dalla sua gli scontri diretti, e le giornate ancora di disputare sono otto: il Lecce ne giocherà solo sei perché osserverà per ultimo il turno di riposo e ha già virtualmente in cassaforte i tre punti contro la Nocerina, esclusa dal campionato.

Più in alto di tutti c’è il Frosinone, che ha cinque lunghezze di vantaggio ma con i due principali scontri diretti fuori casa: al “Via del Mare” alla terz’ultima giornata, e al “Renato Curi” di Perugia per gli ultimi 90 minuti della stagione regolare. Per i ciociari sono sette le partita ancora in programma. Tutto può ancora succedere, dunque, sebbene il vantaggio dei gialloblu sia oggettivo. Almeno fino allo “spareggio” del 13 aprile il Lecce deve crederci e, del resto, in nessun caso può mollare la presa perché dietro, le altre, non viaggiano certo con il freno a mano tirato.

Più in generale il girone B registra una significativa frattura tra le formazioni in corsa per i play off e le altre: Prato e Pontedera, a 36 punti, si contendono l’ultimo posto. Un gradino più in alto la Salernitana, che ha vinto 2 a 1 davanti al pubblico amico il derby contro il Benevento, che mantiene un punto di vantaggio sui cugini granata. Il Pisa ha superato il Gubbio per 1 a 0 e, complice lo stop forzato dell’Aquila, è quarto a 42. Segue il Catanzaro a 41 e quindi l’Aquila a 39.

Risultati: Lecce – Ascoli 2 a 1; Salernitana – Benevento 2 a 1; Catanzaro – Perugia 1 a 0; Frosinone – Grosseto 3 a 0; Barletta – Paganese 3 a 2; Prato – Viareggio 1 a 0; Nocerina – Pontedera 0 a 3; Pisa – Gubbio 1 a 0. Ha riposato L’Aquila

Classifica: Frosinone 51, Perugia e Lecce 46, Pisa 42, Catanzaro 41, L’Aquila 39, Benevento 38, Salernitana 37, Prato e Pontedera 36, Grosseto 31, Gubbio 29, Viareggio e Barletta 21, Ascoli 15, Paganese 13. Ha riposato: L’Aquila

Prossimo turno: Viareggio – Lecce; Perugia – Barletta; Pontedera – Catanzaro; Benevento – Frosinone; Paganese – L’Aquila; Gubbio – Nocerina; Ascoli – Pisa; Grosseto Salernitana. Riposa: Prato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appunti giallorossi: riuscito l’aggancio al Perugia, il Frosinone non molla

LeccePrima è in caricamento