Arti marziali: la Zen Shin è mondiale a Stoccarda

Sono Lal Lisi e Alessia Coluccia i due Campioni del Mondo di Sanda

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Stoccarda, 18 - 22 maggio 2016. L'International Sport Kickboxing Association (una tra le più importanti organizzazioni sportive a carattere internazionale, nota con l'acronimo "ISKA") organizza il World Championship 2016, Campionato del Mondo di Arti Marziali dedicato al Sanda, Muay Thai, K1, Greppling e Karate. Oltre 4.000 i partecipanti, provenienti da ogni parte del pianeta. L'Italia c'è. E c'è pure il Salento, con i figthers Alessia Coluccia e Lal Lisi, entrambi appartenenti alla Polisportiva Zen Shin di Galatina del M° Antonio Buono e tesserati con la federazione PWKA.

Emozioni fortissime. Adrenalina a mille. Si parte!

Qualificatasi per la finale dopo il ritiro dell'avversaria iraniana, Coluccia affronta in finale Julia Debska, forte atleta tedesca che gode dei favori del pronostico, oltre che del supporto di un nutrito quanto caloroso pubblico di casa. Primi due round combattutissimi, duri, di difficile interpretazione tattica. Coluccia resiste, studia l'avversaria, controlla. Poi la svolta. Nel terzo round l'atleta salentina trova la chiave del match, cresce anche sul piano atletico e doma la Debska imponendosi con evidente autorevolezza. Suona il gong. Braccia al cielo. Coluccia è Campionessa del Mondo!

Passano alcuni minuti e la storia si ripete.

Sul quadrato di gara questa volta sale il nostro Lisi. L'avversario è José Flores, cileno naturalizzato svizzero, temibile anche perché nella semifinale aveva battuto proprio un atleta italiano. Non solo. Per il fighter salentino, appena quindicenne, c'è infatti una difficoltà in più poiché Flores è ben più grande di lui, avendo quasi diciotto anni. Non importa. Quando ci si gioca un mondiale, dopo tutti i sacrifici fatti per arrivarci, di fronte ci può essere anche Bruce Lee in carne ed ossa, ma di certo non si polemizza, di certo non ci si tira indietro: anche questo è un insegnamento del M° Antonio Buono, e Lisi (come del resto anche Coluccia) lo sa bene. E così è stato! Lisi guadagna la pedana e affronta l'avversario a viso aperto. Due round duri, combattuti alla pari, con grande, grandissimo agonismo. Poi il terzo round, con Lisi che sale in cattedra ad insegnare Sanda al povero Flores che, nonostante l'età e l'esperienza, capitola e viene inevitabilmente battuto. Lisi può esultare: anche lui, come Coluccia, è Campione del Mondo! La sua prestazione coriacea, determinata, tecnicamente ineccepibile, peraltro, non lo fa passare inosservato agli esperti del settore. Ed infatti un promoter tedesco lo nota e lo seleziona per un match di K1 da disputarsi a Monaco di Baviera, il prossimo ottobre. Un'altra soddisfazione, l'ennesima di una giornata indimenticabile. E scusate se è poco!

Ora la Zen Shin attende di festeggiare i suoi due campioni. Anzi, i suoi tre campioni! Sì, perché Campione del Mondo, con Coluccia e Lisi, è anche a gran merito Antonio Buono: un direttore sportivo, un Maestro, un ex atleta dall'esperienza pluritrentennale che ha dedicato la vita allo studio ed all'insegnamento del Kung Fu e della Muay Thai. Oggi Buono raccoglie i frutti (dolcissimi) di anni di sacrifici e gode della gioia che lampeggia negli occhi dei suoi ragazzi, incondizionatamente a lui grati per l'amore e la passione che riversa in ogni singola lezione e in ogni singola sessione di allenamento.

Che dire, ancora: congratulazioni a tutti! Grazie a voi, tutta la Zen Shin sale oggi sul gradino più alto del podio e con voi conquista il tetto del mondo!

Torna su
LeccePrima è in caricamento