Ascus, il Bari dà filo da torcere: rinviato l'appuntamento con il nono scudetto

Finisce 0-0 il derby di Puglia nel campionato nazionale di calcio a 5 per non vedenti. I salentini devono attendere la gara interna con il Siracusa per raggranellare quel punto che lo riporterebbe ai vertici. Combattuta la gara, con due pali degli ospiti e grandi parate del suo portiere

LECCE – L’appuntamento con il nono scudetto è stato rinviato. Ci hanno messo lo zampino un po’ la sorte, ma soprattutto la giornata di grazia del portiere del Bari. E così, impattando sullo 0-0, l’Ascus Lecce non ha potuto festeggiare il titolo nazionale nel calcio a 5 per non vedenti, proprio nel derby di Puglia, come speravano i ragazzi allenati da mister Francesco Palumbo. I salentini, ieri pomeriggio, alle 15m30, sono scesi in campo per chiudere i conti con un turno d’anticipo ma di fronte hanno trovato una formazione decisa a non regalare nulla. E che, anzi, ha dato vero e proprio filo da torcere. Un derby è sempre un derby.

Nel primo tempo l’Ascus ha gestito bene il gioco, eppure sono stati proprio gli ospiti, di rimessa, a far scorrere i brividi sulla schiena, andando ben due volte vicini al vantaggio. I leccesi sono stati graziati in entrambi i casi dal palo. Nella ripresa i salentini hanno riordinato le fila e messo davanti a tutto le proprie motivazoni, ma le importanti conclusioni Cervelli e Marchello, hanno trovato l’opposizione dell’estremo difensore avversario. Il tecnico ha fatto i complimenti ai suoi ragazzi “per la bella prestazione”. “Purtroppo non siamo stati fortunati e incisivi nelle nostre azioni offensive, ma sono fiducioso per il futuro”, ha aggiunto, ritenendo anche che il caldo possa aver “inciso nell’economia del gioco”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da registrare sugli spalti del campo di via Miglietta, a Lecce, tre spettatori d’eccezione: oltre a Giovanni Conversano, ex calciatore e organizzatore di eventi, molto vicino alla squadra salentina, a fare il tifo per l’Ascus anche Maria e Giulia Tesoro in rappresentanza dell’Unione sportiva Lecce. Ma per lo scudetto numero nove bisogna attendere. E ora diventa fondamentale la partita in casa contro il Siracusa: basterebbe infatti solo un punto per festeggiare il titolo nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento