Sabato, 19 Giugno 2021
Sport

Contro il Catania una vittoria per i tifosi e la società. Asta carica i suoi ragazzi

Il Lecce se la vedrà con una formazione imbattuta e imprevedibile. Il tecnico giallorosso ha ancora un paio di dubbi: uno riguarda Doumbia che non è ancora nella condizione migliore. Nell'analisi della vigilia le corsie esterne potrebbero essere determinanti per l'esito del match

Antonino Asta.

MARTIGNANO - Più che per la classifica, una vittoria per i tifosi e per la società. Antonino Asta, in conferenza stampa alla vigilia della delicata sfida all'imbattuto Catania, trasuda voglia di tre punti. "Non so quanto la mia squadra sia in grado di rubare le partite, ma non mi dispiacerebbe se lo facesse qualche volta", sogghigna.

Il tecnico del Lecce crede insomma che il match di sabato non sia determinante per le sorti del campionato, ma importante per dare all'ambiente giallorosso quella gratificazione per la passione, l'impegno e la vicinanza che la squadra e lo staff tecnico stanno avvertendo sin dal primo giorno. Asta ha ancora un paio di dubbi per la formazione da mandare in campo: uno riguarda Doumbia, che resta favorito su Carrozza, ma che non è ancora al meglio. 

Confermate le defezioni di Moscardelli, Curiale e Lo Bue per infortunio, Papini è squalificato, Salvi e Cosenza vanno in panchina ma sono ancora indietro. Come accade, per un motivo o per l'altro, sin dall'inizio, bisogna fare di necessità virtù: "Non voglio farne un alibi, ma è un dato di fatto che mi sono sempre mancati molti elementi e questo è un problema quando si assembla una rosa nuova: lavorare con tutti è fondamentale".

Di contro una squadra che gioca con il 4-3-3, che non dà riferimenti in fase offensiva: "Scarsella - ha aggiunto l'allenatore del Lecce - è forse il migliore centrocampista della categoria per quanto riguarda gli inserimenti". Il prossimo avversario Asta lo ha studiato bene: il tecnico è andato anche a Monopoli per l'incontro vinto dagli etnei contro i baresi.

Dal punto di vista tattico, Asta ha individuato nelle corsie laterali la zona del campo che potrebbe determinare la supremazia di una squadra sull'altra: la sua, è sotto gli occhi di tutti, subisce più del dovuto in fase di copertura. Un esempio lo ha fatto lo stesso allenatore con riferimento a Liviero e ancor più a Beduschi: "Bisogna saper avanzare con intelligenza, non con confusione: possono bastare anche due incursioni per tempo, ma fatte bene".

Lecce-Catania è una gara particolare, si incrociano le storie di due club che in Lega Pro ci stanno stretti, ma anche le vicissitudini che hanno portato la giustizia sportiva a punire entrambe le società e a tenerle ancora in sospeso: i salentini rischiano di perdere tre punti per la richiesta del procuratore Palazzi relativamente alla gara interna contro la Lazio del 2011, i siciliani sono stati deferiti per irregolarità amministrative e subiranno una penalizzazione di due punti che si vanno a sommare ai nove inziali. Si giocherà davanti a circa 10mila spettatori.

I convocati

Portieri: Benassi, Bleve, Perucchini.

Difensori: Camisa, Gigli, Freddi, Liviero, Beduschi, Cosenza, Legittimo. 

Centrocampisti: De Feudis, Salvi, Lepore, Vecsei, Pessina, Suciu, Carrozza.

Attaccanti: Cicerello, Diop, Doumbia, Surraco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro il Catania una vittoria per i tifosi e la società. Asta carica i suoi ragazzi

LeccePrima è in caricamento