Tempo scaduto, il Bari nel baratro: per il Lecce serie B senza il derby di Puglia

Salta la trattativa per la ricapitalizzazione con passaggio del club ad una nuova proprietà. Molti i tifosi giallorossi che esultano sul web

Foto di Baritoday.it

LECCE - Sui social i tifosi del Lecce, in larghissima parte, festeggiano, ma c'è anche chi, in fondo, si rammarica perché un derby contro il Bari ha un sapore particolare e mancava da troppo tempo. La squadra biancorossa, tuttavia, ai nastri di partenza della serie B non ci sarà perché alle 18 di oggi è scaduto il termine per la ricapitalizzazione della società, passaggio indispensabile per la presentazione del ricorso alla Commissione di vigilanza che aveva bocciato la documentazione per l'iscrizione alla prossima stagione . 

Quando sembrava che la trattativa intavolata in extremis tra il presidente Cosmo Giancaspro e la cordata capeggiata da Andrea Radrizzani, azionista di maggioranza del Leeds United e da Ferdinando Napoli, fosse a un passo dalla conclusione, l'intesa, che era stata caldeggiata dal sindaco Antonio Decaro, è invece saltata perché dopo le prime verifiche condotte sulla situazione economica del club è emerso un profilo di alto rischio che avrebbe richiesto ulteriori approfondimenti. Le lancette dell'orologio, però, hanno fatto il loro corso. E dire che, secondo fonti bene informate, il gruppo interessato avrebbe manifestato la propria disponibilità già da alcune settimane, senza mai ricevere risposta. 

Tant'è. Da dove i galletti saranno costretti a ripartire è presto per dirlo. L'ipotesi più logica porta il Bari tra i dilettanti, ma non è escluso che con una nuova proprietà - considerando il permanere dell'interesse della cordata di Radrizzani - si possa approfittare, col beneplacito della Figc, dei grossi problemi che affliggono molte squadre di serie C. Ma c'è di più. La cadetteria farà a meno anche del Cesena: il consiglio di amministrazione del club romagnolo ha deliberato l'adesione all'istanza di fallimento. I bianconeri si iscriveranno alla serie D.

Visto dalla sponda leccese, la "tragedia sportiva" che sta colpendo in queste "la Bari" e i suoi tifosi, non pare tuttavia muovere a compassione che una minoranza di sostenitori. Del resto, le vicissitudini che portarono il Lecce dalla A direttamente alla Prima Divisione (così ci chiamava allora la serie C) ebbero origine proprio in quel dannato derby al San Nicola, nel maggio del 2011: i salentini vinsero 2 a 0 e centrarono l'obiettivo della permanenza nella massima serie. Quel match fu viziato da una combine, disse la giustizia sportiva poco più di un anno dopo, quando intanto i giallorossi allenati da Serse Cosmi avevano mancato di un soffio un'altra salvezza. E per il Lecce si aprirono le porte dell'inferno con la retrocessione d'ufficio nella terza serie. Ci sono voluti sei campionati per ritrovare la serie B e dopo tutto quello che i giallorossi hanno sofferto in questi anni non sembra esserci molta voglia di una sportiva comprensione delle disgrazie altrui.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento