rotate-mobile
Sport

Meccariello contende il posto a Tuia. Baroni: "Puntiamo su un calcio dinamico"

Sabato il Lecce di scena ad Ascoli, per l'ottava giornata di campionato. Majer ha il raffreddore, Gallo e Bjarnason sono rimasti nel Salento per ritrovare la miglior forma. Primavera 1 in campo in trasferta contro l'Atalanta

LECCE - Senza Gallo né Bjarnason e con Majer a riposo precauzionale per un raffreddore, il Lecce è partito ieri alla volta di Pescara dove questa mattina la squadra giallorossa ha svolto la rifinitura prima di trasferirsi ad Ascoli (partita in programma sabato alle 14).

Baroni, in conferenza stampa, ha detto di avere un paio di dubbi per quanto riguarda la formazione di partenza: uno riguarda il partner di capitan Lucioni a formare la coppia dei centrali: chiamato in causa Meccariello si è ben comportato tanto che il rientro di Tuia, che pure si era distinto prima del problema fisico che gli ha fatto saltare le ultime due giornate di campionato, non è scontato.

Nell'ottavo turno stagionale il Lecce si ritrova di fronte una squadra che ha 13 punti, uno in meno dei salentini e che, dopo una bella partenza, nelle ultime settimane ha faticato. Quella marchigiana è comunque una formazione tosta, dotata anche di qualità tecniche e fisicità: "Il fatto di venire da una striscia positiva - ha ammonito Baroni con riferimento ai sei risultati utili di fila - non fa altro che alzare l'asticella dell'attenzione dei nostri avversari e noi dobbiamo comportarci di conseguenza: se ci adagiamo, commettiamo un errore importante che non ci possiamo permettere. Sarà fondamentale la gestione della fase di transizione, tra il possesso e il non possesso. Noi dobbiamo puntare su un calcio dinamico, l'unico modo di mettere in difficoltà gli avversari è muoversi: è chiaro che se sei lento, se la palla circola male, faciliti il loro compito".

Poi il tecnico si è soffermato su quello che è un concetto importante della sua filosofia tattica. "Non sono abituato a vedere la prestazione difensiva nella sola retroguardia. Contro il Monza abbiamo difeso bene perché gli attaccanti hanno corso molto bene in avanti quando non avevamo palla: questo è fondamentale perché altrimenti devi correre indietro per forza. I ragazzi sono consapevoli dei benefici di questo atteggiamento che li porta a trovarsi più vicini all'area avversaria e ci dà più equilibrio nella fase difensiva".

Baroni ha poi risposto alle domande inerenti la condizione di Coda e il "sacrificio" di Rodriguez: "Sapete quanto non mi piace fare elogi ai singoli. Coda può migliorare ancora, mi aspetto molto di più da lui. In questa settimana ho anche parlato con Pablo. A volte si pensa che nelle scelte di un allenatore ci sia un giudizio, ma non è sempre così: io sto lavorando su di lui, gli voglio indicare la strada che lo porterà non solo a giocare qualche partita e a essere determinante, ma a costruirsi 40 partite da 90 minuti. Io non mollo perché son testardo, figurarsi se lo mettiamo da parte: lui sta lavorando per mettermi in difficoltà. Una squadra che ambisce a far qualcosa di importante ha bisogno di tutti. Io non metto in secondo piano giocatori di talento. Ha fatto una settimana importante, deve trovare continuità nel lavoro, deve fare un percorso, è giovanissimo. Stessa cosa sto facendo con Listkowski che ha potenzialità ma deve pulirsi, deve giocare a tre tocchi. Io in questo momento sono molto concentrato sulla crescita di questi ragazzi che devono darci risposte importanti".

La Primavera 1 contro l'Atalanta

Sabato, alle 11, sarà in campo anche la Primavera di mister Grieco: per Vulturar e compagni impegno a Zingonia (Bergamo) contro l'Atalanta. I convocati sono i portieri Samooja, Bufano; i marcatori Hasic, Pascalau, Luperto; gli esterni difensivi Russo, Nizet, Scialanga, Lemmens; i centrocampisti Martì, Vulturar, Torok, Gonzalez; gli esterni offensivi Salomaa, Mommo, Daka, Milli, Oltremarini; gli attaccanti: Back, Burnete, Carrozzo, Coqu. I nerazzuri dopo quattro giornate hanno sette punti in classifica, i giallorosso cinque.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meccariello contende il posto a Tuia. Baroni: "Puntiamo su un calcio dinamico"

LeccePrima è in caricamento