Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Basket: per la C/2 a Lecce manca solo l'ufficialità

La formazione dovrebbe essere allenata dal coach Sandro Laudisa, mentre vi è il massimo riserbo sui nomi dei giocatori

Ormai manca solo l'ufficialità, ma, salvo imprevedibili involuzioni, trova conferma la notizia anticipata alcune settimane fa: Lecce avrà la sua squadra di basket in serie C/2. I diretti interessati glissano ancora, ma sono pochi i dettagli che mancherebbero per abbinare il nome di una città, quella di Lecce, appunto, all'X team denominato Basket Club che risulta ufficialmente iscritto al campionato per la stagione 2007 - 08.
Probabilmente, subito dopo le festività patronali della prossima settimana, verrà ufficializzato il roster che affronterà nel capoluogo salentino il prossimo massimo campionato regionale di pallacanestro.

Ribadito che non vi è ancora nulla di ufficiale, la formazione dovrebbe essere allenata dal coach Sandro Laudisa, mentre vi è il massimo riserbo sui nomi dei giocatori: al momento si possono soltanto ipotizzare i ritorni di Trullo e Paiano, dato che nessuno dei due è stato inserito nella rosa del Monteroni, mentre sembra certo l'addio dell'argentino Faletto non solo alla Puglia, ma anche all'Italia, visto che pare che per il forte giocatore argentino si profili un ingaggio in Spagna.

C'è chi dice poi, che gli stranieri del Lecce dovrebbero comunque ballare il tango, date le voci che vorrebbero gli argentini Sordi e Rivero in viaggio verso il capoluogo salentino, magari in compagnia di giocatori esperti come ad esempio Voglino.

Tuttavia, non esistendo al momento alcuna conferma su questi nomi, quello che appare certo è che se Lecce dovesse avere la propria formazione di basket in C/2, sicuramente non si tratterà di una comprimaria, bensì di una formazione in grado di dire la sua anche contro le favorite del prossimo torneo, Francavilla su tutte.

Infine, appare possibile che, se dovesse essere C/2, il capoluogo salentino non avrà anche una formazione di serie D oltre alla New Basket, poiché gli sforzi delle società locali, compresa quella che stava lavorando ad un ripescaggio, confluiranno in un progetto sinergico per dare alla città di Lecce un'unica squadra competitiva nel massimo campionato regionale.

Certo, se le cose dovessero andare come previsto, sarà necessario che la città ed i tanti appassionati leccesi si stringano intorno alla squadra, non lasciando il Pala Ventura tristemente semivuoto, come purtroppo accadde due stagioni fa, quando, anche per questi motivi, l'allora presidente De Lorenzis cedette il titolo sportivo a Martina Franca.

Una piazza come Lecce deve necessariamente tornare ad essere punto di riferimento per il basket, soprattutto partecipando ad un campionato come quello di serie C/2, in cui le altre rappresentanti salentine sono due piazze notoriamente "calde" per la pallacanestro, come Nardò e Monteroni.

A proposito, prosegue molto bene la campagna di rafforzamento delle due formazioni, visto che a Monteroni, oltre al bomber croato Bjelic, la dirigenza ha voluto "regalare" al nuovo allenatore Gianluca Quarta, l'italo - argentino Di Dio, lo scorso anno in serie C/1 a Licata, mentre a Nardò, a rinforzare il quintetto base, che già contava su Mazzarella, Rollo e Todisco, sono giunti anche Canepa e Ranieri, che lo scorso anno hanno già affrontato la categoria a Brindisi, rispettivamente nell'Invicta e nell'Assi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket: per la C/2 a Lecce manca solo l'ufficialità

LeccePrima è in caricamento