Domenica, 20 Giugno 2021
Sport

La Betitaly Maglie in versione caterpillar stende l'Isernia

Vittoria netta per la compagine rossoblu che archivia la sconfitta a Marsala, ma le molisane hanno fatto tutto il possibile

MAGLIE - Non serve il referendum per capire cosa vogliono i tifosi rossoblu : vittoria, senza se e senza ma, per dimenticare in fretta la frenata di Marsala e ingranare la quinta in campionato. Le molisane dell'Isernia, però, stanno dando buoni segnali gara dopo gara, hanno un roaster di qualità e non sono avversario da sottovalutare. Giandomenico, con Ferro in panca a non rischiare, punta sulla Escher dal primo minuto, che anche stavolta dimostra piena affidabilità.

Le ospiti sono tutt’altro che in vacanza nel Salento e si tengono a braccetto le magliesi sul 5-5. Colarusso risponde alla buona lena della Montillo. Corna, però, ha la zampata che vale l’8 -7. Primo time out. La sfida resta combattuta, punto su punto : al solito feeling Turlà-Corna, risponde la ex Murri per l’11-11. Il miracolo in ricezione della Kostadinova, poi, accende la Escher in banda che vale il più 2. Non basta: Morone si mette in mostra dalla sinistra, Russo spara fuori e si ribalta il punteggio. 15-16 e tutte in panca da Giandomenico. La ramanzina porta frutti: Kostadinova è la solita fuoriclasse e Corna approfitta della sintonia con la Turlà per firmare il 20-17. Le ospiti non si scompongono e rosicchiano punti dalla seconda con Morone. Per la Betitaly, però, è tempo di chiudere: Escher, lucida e implacabile, trova prima il muro fuori, poi la palletta che regala il set. Si riparte con la scoppola della Russo e quella della Morone. 2-2. Le molisane prendono fiducia e tengono il passo della Bet: Angone ha l’invenzione per il 6-6, ma la staffilata della Colarusso, in condizioni di forma strepitose, vale l’accelerata sull’8-6.

Dopo il time out, Isernia, prova con Ginanneschi, ma le salentine hanno il guizzo sull’11-8. Le ospiti, però, giocano bene e mostrano spunti interessanti. Kostadinova resta cinica, Morone e Monitillo non ci stanno e rimettono tutto in discussione fino al 12-12. Il buon turno di servizio della Turlà regala spunti per accelerare e Paola "bazooka" Colarusso esplode l’ennesimo fendente per il 16-13. Le ragazze dell’Isernia perdono incredibilmente smalto e crollano sotto le mazzate di Corna e compagne. Monitillo prova a dare qualche speranza, ma Escher, Russo e Colarusso chiudono la porta in faccia ad ogni iniziativa. Kostadinova, poi, mette la doppia mandata sul 25-17. La musica intona ancora dolci note rossoblù anche nel terzo e lo score non lascia dubbi sul 9-4. N.B.: Colarusso rischia denuncia per aver sfaldato il parquet di gioco. Intanto le molisane mettono la grinta per non sfigurare e si avvicinano a meno tre con l’11-8.

La Betitaly, dopo aver lasciato sfogare le avversarie, rimette la modalità “chiudiamo i conti” e stampa punti fino al 15-10 con un muro mostruoso della Russo. Le nuove distanze sanno di verdetto. Le magliesi sfondano gli argini e surclassano le avversarie fino al 25-17. C’era un solo modo per rimarginare le ferite di Marsala : una prestazione mostruosa. Signori e signore è un piacere presentarvi la Betitaly versione caterpillar.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Betitaly Maglie in versione caterpillar stende l'Isernia

LeccePrima è in caricamento