menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Saraniti esulta dopo il gol.

Saraniti esulta dopo il gol.

Colpaccio a Bisceglie. Saraniti ancora a segno: suo il gol vittoria

I giallorossi si impongono in terra barese. Torromino in rete all'inizio della ripresa ma Markic rimette il risultato in parità fino alla marcatura dell'attaccante siciliano

BISCEGLIE - Terza vittoria consecutiva per il Lecce che nell'anticipo espugna Bisceglie per 2 a 1 centrando il 21esimo risultato utile consecutivo. I tre punti conquistati in terra barese possono pesare come un macigno nella lotta per la promozione perché ottenuti su un campo complicato e al termine di una partita nella quale i giallorossi hanno dovuto stringere i denti quando sono stati messi sotto pressione. Perucchini sugli scudi autore di un paio di interventi provvidenziali. 

Primo tempo

Con Torromino e Saraniti, supportati da Tsonev, Liverani prova a sorprendere gli avversari, molto solidi fisicamente nella difesa a tre formata da Petta, Markic e Jurikc. C'è anche Ciancio al posto di Lepore, out per un problema fisico. Ma a parte un cross di Di Matteo, deviato due volte, prima da un difensore poi dal portiere oltre la traversa, i salentini fanno poco in fase offensiva nella prima parte concedendo ai padroni di casa due buoni tiri, di Giron al 18' e di Ayna al 20', sui quali Perucchini è vigile.

Poi, dopo una fase interlocutoria .- nella quale l'arbitro Viotti estra due volte il cartellino giallo, per Montinaro e Di Matteo - il Lecce prova a cambiare passo: alto il tiro di Mancosu al 28', buona intuizione di Torromino che al 35' prova a fare un assist col petto a Saraniti, poi un fuorigioco molto dubbio fischiato a Torromino che comunque calcia sul portiere e al 42' un colpo di testa di Riccardi, su corner, che termina alto.

Secondo tempo

In avvio di ripresa il Lecce passa subito in vantaggio con Torromino che, ignorato dalla linea difensiva in avanzamento, viene servito in profondità, allunga e con un diagonale supera Crispino. Il Bisceglie reagisce subito e Markic di testa chiama Perucchini a una gran parata. Dopo un tiro di Tsonev deviato in corner e un tentativo di Ayna, ribattuto in angolo, arriva il pareggio dei padroni di casa con Markic: il centrale è lasciato colpevolmente solo a ridosso dell'area piccola mentre quattro compagni accerchiano Ayna che lascia sfilare un passaggio di testa messo in mezzo senza nemmeno troppa precisione. Una buona occasione c'è anche per Jovanovic che, sempre di testa, chiama il portiere del Lecce alla parata in tuffo. 

Al 59' Costa Ferreira prende il posto di Tsonev, al 63' Di Piazza entra per Torromino. Il portoghese con un tiro da fuori chiama Crispino agli straordinari e subito dopo Marino di testa si rende pericoloso. Doppio cambio nel Bisceglie al 71': D'Ancora e Dentello Azzi per Montinaro e Jovanovic. Il Lecce vicinissimo al gol al 74' con Di Piazza che dopo un bel dribbling preferisce la soluzione personale, deviata dal portiere, invece di servire gli accorrenti Mancosu e Costa Ferreira, che impreca. Vrdoljak prende il posto di Toskic al 77'. Gli ospiti tornano in vantaggio al minuto 83 con Saraniti: su cross di Ciancio dalla tre quarti Costa Ferreira è abile a complicare il rinvio di capitan Petta, la sfera viene in qualche modo colpita da Jurkic che involontariamente serve l'attaccante del Lecce che non ci pensa due volte e batte a rete.

All'84' ancora un doppio cambio per mister Alberga con D'Ursi e Prezioso per Delvino e Risolo. Buona occasione per Mancosu che dal limite conclude fuori, mentre Liverani ricorre alle ultime opzioni: Legittimo e Selasi per Ciancio e Saraniti. C'è ancora tempo per una traversa di Di Piazza e l'assalto finale dei padroni di casa che nell'ultimo dei quattro minuti di recupero vanno assai vicini al pareggio per due volte: la prima Perucchini è reattivo su tocco ravvicinato di Dentello Azzi, la seconda vede la sfera sibilare non lontana dal palo dopo un tiro dal limite dell'area.

Il tabellino di Bisceglie-Lecce 1 a 2

BISCEGLIE (3-5-2): Crispino; Petta, Markic, Jurkic; Delvino (84' D'Ursi), Montinaro (71' D'Ancora), Risolo (84' Prezioso), Toskic (77' Vrdolijac), Giron; Jovanovic (71' Dentello Azzi), Ayna. A disposizione: Vassallo, Russo, Diallo, Alberga, Pirolo. Allenatore: Alberga.

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Ciancio (86' Legittimo), Riccardi, Marino, Di Matteo; Mancosu, Arrigoni, Armellino; Tsonev (59' Costa Ferreira); Torromino (63' Di Piazza), Saraniti (86' Selasi). A disposizione: Chironi, Valeri, Megelaitis, Caturano, Dubickas, Gambardella, Persano, Vicino. Allenatore: Liverani.

Marcatori: 47' Torromino, 57' Markic, 83' Saraniti

Ammoniti: 22' Montinaro, 24' Di Matteo, 51' Markic 

Arbitro: Viotti di Tivoli; assistenti: Angotti di Bologna e Salvadori di Rimini

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento