Mercoledì, 22 Settembre 2021
Sport

"Buono il cammino intrapreso ma guai a mollare"

Mister Papadopulo non nasconde la soddisfazione per la terza vittoria consecutiva dei giallorossi ma avverte che ora ci sarà da temere il ritorno delle squadre che sono in agguato

Soddisfatto e senza nascondere la gioia per la terza vittoria consecutiva del "suo" Lecce, mister Papadopulo scende nella sala stampa "Vantaggiato" del "Via del Mare" consapevole che dei successi ottenuti fino ad ora bisognerà fare tesoro già a partire da sabato prossimo, quando ai giallorossi toccherà affrontare il Bologna sul terreno del "Dall'Ara": "Troppo presto per sognare, anzi, dobbiamo temere il ritorno di tutte le altra squadre che sono in agguato e che cercheranno di complicarci ulteriormente il cammino. Non dobbiamo mollare - dice - ma dobbiamo battere il ferro ora che è caldo".


E per sottolineare il trend strepitoso del Lecce il presidente Giovanni Semeraro ha voluto dire la sua di fronte i microfoni: "Come si fa a non essere soddisfatti - afferma - perché 9 punti in una settimana è una cosa straordinaria". Poi entra nei dettagli della partita: "Anche se durante la prima frazione di gara il Chievo ci ha contrastato, sento di poter dire che il secondo tempo è stato nostro. Le cose che dico sono valutazioni da tifoso, non da osservatore, perché sento molto la partita, per cui ripeto che dal mio punto di vista nei primi 45 minuti la squadra di Inchini ci ha costretto a non giocare, ma abbiamo saputo soffrire. Sinceramente nel secondo tempo immaginavo che avremmo dovuto soffrire di più e invece la partita l'abbiamo fatta noi. Abbruscato? E' un ragazzo straordinario - dice patron Semeraro - e lo abbiamo voluto proprio per queste sue doti. Se il Tir (Tiribocchi, ndr) fosse stato in forma avremmo fatto cose molto più interessanti, per cui abbiamo dovuto accontentarci - chiosa con ironia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Buono il cammino intrapreso ma guai a mollare"

LeccePrima è in caricamento