Sport

La Lega Pro che incombe. A breve il Lecce saprà il proprio destino

Nel pomeriggio, la commissione disciplinare della Figc esaminerà la posizione dei salentini e ascolterà le richieste di Stefano Palazzi. L'ipotesi più temuta è la retrocessione. Tra i casi anche il futuro di Bonucci e Pepe

@TM News/Infophoto

LECCE – Il destino del Lecce appeso ad un filo sottile. Manca circa un’ora all’inizio della seduta pomeridiana che dovrebbe sancire il futuro sportivo dei salentini, mentre l’ipotesi Lega Pro continua a campeggiare e spaventare il popolo giallorosso. Tuttavia, con la giustizia sportiva occorre sempre attendere, perché di sorprese, in questi giorni, ne sta regalando, non senza oggettive contraddizioni.

Stamattina, la commissione disciplinare della Figc, presieduta da Sergio Artico, ha accordato 12 istanze di patteggiamento nell'ambito del processo sportivo sul Calcioscommesse, che si sta svolgendo al Foro Italico e relativo al filone d'inchiesta di Bari. Chi si aspettava la mano pesante con la squadra dei Matarrese, invece, ha riscontrato un risultato piuttosto tiepido con il -5 e l’ammenda alla società. Anche per Andrea Masiello che sembrava prossimo alla radiazione dovrà scontare “solo” due anni e due mesi di squalifica.

Se da un lato, la mano “morbida” contro alcune delle squadre, ritenute le più in difficoltà sul piano difensivo, può dare fiducia all’ambiente giallorosso, dall’altro, la preoccupazione è alta, perché, sin dall’inizio della vicenda, è parso a molti che contro il Lecce ci fosse un accanimento quasi da “capro espiatorio” ad ogni costo. Dal punto di vista giuridico, stamattina, l'avvocato Saverio Sticchi Damiani, ha prodotto nuove prove documentali a favore del Lecce, che sono state ammesse dalla commissione, nonostante la contrarietà dell'accusa, che ha ritenuto "tardiva" questa presentazione.

Sono state, inoltre, accolte le istanze di Vicenza e Nocerina, direttamente interessate alla vicenda, perché qualora dovesse trattarsi di retrocessione per il Lecce, saranno interessate al ripescaggio nella serie cadetta.

Nel pomeriggio, alle 15.30, dunque, partirà la seconda fase della discussione del processo, con il procuratore Stefano Palazzi che esporrà le richieste per quattro club, tra cui, oltre ai salentini, il Bologna, l’Udinese e il Portogruaro. Diciassette le posizioni da esaminare in tutto, con tredici tesserati in attesa, tra cui spiccano gli juventini Bonucci e Pepe. Ma non è detto che arrivino nuove richieste di patteggiamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega Pro che incombe. A breve il Lecce saprà il proprio destino

LeccePrima è in caricamento