menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

All'ex Opis riparte Calcio senza confini: la settima edizione fino al 28 giugno

Torneo di calcio a nove promosso dall'associazione culturale Bfake con il supporto della Asl di Lecce. Il direttore generale, Giovanni Gorgoni, darà il calcio di inizio al primo match: in campo una squadra composta esclusivamente da rifugiati politici

LECCE – Inizia domani e andrà avanti fino al 28 giugno, ogni sabato e domenica, la settima edizione di Calcio senza confini, torneo per squadre di nove elementi sul campetto dell’ex ospedale psichiatrico di Lecce.

Torna quindi uno degli appuntamenti oramai fissi della primavera in città, grazie all’impegno dell’associazione culturale Bfake e con il supporto della Asl di Lecce che si è molto prodigata perché l’avventura di Calcio senza confini potesse continuare sul campetto della struttura sanitaria, che per la prima volta si presenta con la veste rinnovata del manto in erba sintetica.

Non a caso sarà proprio il direttore generale, Giovanni Gorgoni, a dare il calcio di inizio, insieme a Sabrina Abbrescia, presidente dell’associazione B-Fake, al primo match, quello tra il Sum Project e il Samia Still Runs (ore 17.30), squadra interamente composta da rifugiati politici. Calcio senza confini, infatti, è un torneo finalizzato alla sensibilizzazione degli atleti e soprattutto dell’opinione pubblica sul tema della lotta alla discriminazione, in particolare quella razziale.

In questa settima edizione appuntamenti di tipo prettamente culturale – dibattiti, presentazioni di libri e altro – accompagneranno gli eventi sportivi. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare alla manifestazione, interamente autofinanziata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento