Sabato, 25 Settembre 2021
Calcio

Nardò, settimo anno consecutivo in Serie D: obiettivo continuità con Ciullo in panchina

Tra conferme e volti nuovi, i neretini dopo aver affidato la guida tecnica a Salvatore Ciullo vorranno dare continuità ai risultati conseguiti nella scorsa stagione

NARDÒ – Dopo aver preso nota della data relativa all’annuncio dei gironi di Serie D – 7 settembre prossimo -, il Nardò è ripartito nella giornata odierna per preparare al meglio le ultime sedute che precedono l’inizio ufficiale della stagione al momento previsto per il giorno 12, quando i neretini sotto la nuova guida tecnica presidiata da Salvatore Ciullo disputeranno il primo turno della Coppa Italia Serie D. Per loro si tratta del settimo anno consecutivo all’interno del gruppo H della massima serie dilettantistica, e dopo essersi avvicinati sensibilmente alle primissime posizioni nella scorsa stagione quest’anno potrebbero rappresentare una spina nel fianco per le compagini che nei prossimi mesi vorranno ottenere il massimo dal rettangolo di gioco.

Ciullo a distanza di sei mesi dalla breve parentesi sulla panchina del Latina, compagine con la quale ha annoverato il suo record in negativo di permanenza con sole 4 partite in 24 giorni, è pronto a rimettersi in gioco. L’ultima esperienza significativa risale alla stagione 2019/20, quando da subentrato sulla panchina del Brindisi ottenne una salvezza per certi tratti insperata, frutto anche dell’interruzione prematura del campionato nel mese di marzo causa l’avvento della pandemia da Covid-19 nel Belpaese. Quella che per lui fu la prima esperienza tra i dilettanti dopo anni di Serie C alla guida di Martina Franca, Juve Stabia e Taranto, lo aveva riportato in terra natia (Puglia), nella quale ha deciso di tornare in estate per sposare un progetto ambizioso come quello del Nardò e dire la sua in un palcoscenico importante quale il girone H della quarta divisione. Una sfida tutt’altro che facile viste le avversarie, con il numero di squadre che si attrezzano per fare il salto di categoria che aumentano di anno in anno.

Dopo il classico mercato neretino messo in atto, ancora una volta dal direttore Corallo, la rosa sembrerebbe esser stata costruita a seconda di criteri molto simili a quelli applicati nella scorsa annata: spazio a un buon numero di giovani talenti, molti dei quali provenienti da importanti settori giovanili del territorio, i quali avranno modo di crescere sotto tutti i punti di vista allenandosi con giocatori che masticano da anni la categoria e che hanno calcato palcoscenici di maggior prestigio. L’ottavo posto della stagione 2020/21 centrato da un giovanissimo Ciro Danucci sarà un’eredità non di poco conto, con il “Toro” che nel vecchio campionato ha ripreso le buone abitudini, tornando a dar fastidio ai piani alti dopo due salvezze tutt’altro che tranquille ottenute tra il 2018 e il 2020.

Ed a proposito di impegni il Nardò ad oggi è già sceso in campo tre volte, e seppur ciò sia accaduto in gare non ufficiali, dalle stesse mister Ciullo ha potuto trarre degli ottimi spunti. Il primo test datato 19 agosto, ad un mese esatto dall’inizio del campionato, ha visto i neretini uscire sconfitti da una sfida senza esclusione di colpi contro l’Ugento, formazione blasonata che milita in Eccellenza. Il risultato finale ha visto i padroni di casa trionfare per 3-2, ma tale risultato è stato macchiato da due sbavature da parte della retroguardia granata che ha dunque permesso all’Ugento di portare a casa un risultato più che positivo. A seguire poi due sfide contro altre due squadre del girone B di Eccellenza pugliese, ovvero Atletico Racale e De Cagna Otranto. Con i primi un netto 6-1 ha visto Ciullo e squadra uscirne soddisfatti dal rettangolo verde, nel caso del secondo un pareggio a reti bianche ha dimostrato ancora una volta il valore di una delle squadre più blasonate del panorama dilettantistico pugliese (Otranto) che mettendosi sugli scudi ha giocato ad armi pari contro una squadra di categoria superiore. Infine, l’ultimo test amichevole risale alla giornata di ieri con il Nardò che nel pomeriggio si è imposto per 4-1 sul Novoli, compagine militante in Promozione pugliese. Protagonisti assoluti in fase realizzativa di questa prima parte di stagione sono stati Cavaliere e Cristaldi, rispettivamente autori di quattro e tre reti.

In attesa di ulteriori novità dal campo, in casa Nardò poche ore fa sono stati ufficializzati due nuovi acquisti – forse gli ultimi della campagna acquisti estiva -, entrambi reperiti per rinforzare il pacchetto under ed acquistati con la formula del prestito dal Lecce. Stiamo parlando di Gianmarco Mancarella, classe 2002 già in gol nell’amichevole di ieri contro il Novoli di ruolo centrocampista, e del 2003 Vitantonio Lombardi, esterno che dopo una stagione a Grottaglie è pronto a mettersi in gioco nella massima categoria dilettantistica.Presentazione Nardò 2020-21-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nardò, settimo anno consecutivo in Serie D: obiettivo continuità con Ciullo in panchina

LeccePrima è in caricamento