rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Calcio

Al Casarano non basta la reazione nel finale, il Fasano trionfa 3-2

Dopo un inizio decisamente sottotono la squadra del neotecnico Monticciolo reagisce nel secondo tempo andando anche vicina al pari e riducendo il passivo grazie alle reti di Atteo e Dellino

CASARANO - Sconfitta nella prima uscita dell’era Monticciolo per il Casarano che perde per 3-2 nella sfida di Alberobello contro il Fasano. Dopo un inizio di gara da dimenticare e decisamente sottotono, e il tris biancazzurro concretizzatosi a metà della ripresa, i rossazzurri hanno reagito d'orgoglio riuscendo a riaprire la contesa e lottando fino all’ultimo istante per strappare almeno un punto alla quarta forza del campionato.

La confortante reazione della squadra nel finale non è stata però sufficiente ad evitare la sconfitta, ma ha messo in evidenza i primi segnali di un cambio di passo dettato in concomitanza con il recente avvicendamento della guida tecnica. Con i 16 punti in classifica sinora racimolati, e in attesa delle gare di domani, i salentini rimangono in diciassettesima posizione.

Il resoconto della gara ha visto, fin dalle prime battute, il Fasano spingere sull’acceleratore mettendo in serie difficoltà la formazione ospite. E la punizione al 9’ di Corvino, che costringe Iannì a rifugiarsi in angolo, è l’avvisaglia del vantaggio biancazzurro. Sugli sviluppi dell’angolo infatti, dopo la respinta della difesa del Casarano, la sfera arriva tra i piedi dello stesso Corvino che calcia in porta: Iannì non trattiene e l’intervento non ortodosso del giovane estremo difensore permette alla sfera di insaccarsi in rete.

Passano pochi secondi, su una verticalizzazione Bianco Sanchez innalza la sfera verso Greco che nel tentativo di andare di Iannì, con un colpo di testa, serve Sosa. L’argentino scavalca il portiere con un sombrero e tocca a porta sguarnita trovando l’immediato raddoppio. Al 16’ un altro errore in fase di costruzione da parte di Meduri permette a Calabria di lanciarsi a rete, il tiro dal limite è però facile presa del portiere ospite.

La timida reazione del Casarano è racchiusa nel solo calcio di punizione di Montinaro, al 23’, che termina di poco alto sopra la traversa. Poi al 30’, ancora Sosa supera Signorelli e con un diagonale, che lambisce il palo, va vicino al tris. Ultimo acuto del primo tempo al 40’ con una ripartenza dei padroni di casa che si chiude con la conclusione sull’esterno della rete di Forbes.

Nel secondo tempo regna la noia fino al 21’ quando un intervento in ripiego difensivo di Rizzo indirizza la sfera nella porta sbagliata, ma stavolta Iannì, in corsa, salva i suoi. Ciò non basta per evitare il 3-0 del Fasano che arriva due minuti dopo, al 23’: ripartenza orchestrata da Forbes, sulla destra, che crossa sul palo lontano dove Corvino anticipa Freddo, e con una zampata trova la doppietta personale. Al 26’ padroni di casa vicinissimi al poker con Capomaggio che di testa, a due passi da Iannì, spedisce alto.

A questo punto il Fasano abbassa la guardia, e il Casarano cresce anche grazie all'ingresso in campo di Raimo, Riberio e Atteo. Al 28’ Montinaro, da fuori, chiama all’intervento in tuffo il portiere Suma, poi al 33’ Riberio, in area, calcia a botta sicura trovando però l’opposizione di De Col, in extremis.

Al 35’ il Casarano accorcia le distanze: Riberio entra in area e serve Atteo che dal vertice mancino dell’area calcia a giro trovando un gol pregevole che vale il 3-1. Sulle ali dell’entusiasmo, al 39’ Casarano ancora in avanti: Avantaggiato sfugge sulla corsia di sinistra e crossa per Dellino che con il piattone mette la palla in rete per il 3-2.

Al 43’ ancora Avantaggiato, da fuori, costringe Suma a respingere in affanno. E nel finale ancora forcing dei rossazzurri che comunque non è sufficiente per trovare il pari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Casarano non basta la reazione nel finale, il Fasano trionfa 3-2

LeccePrima è in caricamento