rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Calcio

Il Casarano cade contro la Casertana per 1-0: la decide su rigore l'ex Favetta

Grande gara del Casarano all'Armando Picchi, ma le troppe occasioni sciupate ed un pizzico di sfortuna non permettono loro di ottenere il massimo: per i padroni di casa a segno su rigore l'ex della sfida Ciro Favetta

CASARANO – Seconda sconfitta stagionale per il Casarano di Matias Calabuig che, in trasferta ed in occasione del quinto turno del campionato di Serie D Girone H, perde contro al Casertana di misura per 1-0. Nonostante un’ottima gara interpretata dagli effettivi rossazzurri ad avere la meglio sono stati i padroni di casa, i quali ottengono dal risultato odierno tre punti pesanti in ottica promozione. A decidere la sfida segnando su rigore proprio l’ex Ciro Favetta, lo scorso anno tra le fila del club salentino.

La gara del Pinto vede protagonisti nei primi scorci di gara i padroni di casa, che tentano di pungere e cogliere l’attenta difesa del Casarano. Al 10’ primo tentativo della gara con Cusumano che dal limite calcia in porta senza però impensierire Iannì. Al 21’ sempre lui sugli sviluppi di un corner stacca bene ma impatta male con la testa e conclude al lato. La reazione del Casarano è affidata ad Emmanuele Tedesco che al 38’ riceve in area e da posizione favorevole si divora un rigore in movimento. Dopo un minuto di recupero termina la prima frazione, con i rimpianti rossazzurri per non aver portato negli spogliatoi il vantaggio.

Nella ripresa si contano maggiori iniziative di cui gran parte di marca ospite, con gli uomini di Calabuig che avrebbero potuto tranquillamente portarsi i tre punti a casa. Al 7’ Atteo con un bolide chiama al miracolo Rainone che in ripiegamento difensivo salva sulla linea, poi al 22’ è nuovamente brivido per i padroni di casa: Di Biase riceve in area e calcia di poco al lato. La grande chance ospite arriva al 24’ con Coria che approfittando di un errore in fase d’impostazione del reparto arretrato rossoblù si invola a rete, ma l’ex Messina una volta in area ed a tu per tu con Trapani calcia fuori.

Al 28’ primo acuto dei padroni di casa con Vacca che in una trama confusionaria in area tenta un diagonale che si spegne sul fondo. Al 30’ episodio chiave: Favetta viene atterrato in area ed è lo stesso calciatore, grande ex della gara, ad incaricarsi della battuta. Il bomber non sbaglia e sigla il gol vittoria. Il Casarano nel finale tenterà di reagire, ma al 42’ rischia addirittura di subire il raddoppio, un miracolo di Iannì salva i rossazzurri dalla marcatura di Liccardi. Poco prima del recupero anche Sanchez ci proverà, ma Trapani salverà la Casertana dal beffardo pari nel finale.

Una sconfitta immeritata quella rimediata quest’oggi dal Casarano che esce senza dubbio a testa alta dalla sfida dell’Armando Picchi, ma con tanto rammarico per le diverse opportunità sciupate nel corso dei 90’. Lo stop contro la Casertana non compromette comunque la classifica, con i 9 punti all’attivo che vede il club salentino nelle zone privilegiate della graduatoria. Per gli ospiti, invece, i tre punti pesantissimi di questo pomeriggio valgono l’aggancio degli avversari e la quinta posizione grazie ai nove punti ottenuti nei primi cinque turni.

“Loro hanno avuto un paio d’occasioni – così esordisce in sala stampa nel post gara Vincenzo Maiuri tecnico della Casertana -, ma per come eravamo schierati credo si sarebbe potuto e dovuto fare qualcosa in più nelle letture difensive. Ciononostante credo che la vittoria sia meritata ampiamente, nel primo tempo abbiamo fatto una grande prima mezz’ora, penso la migliore dall’inizio del campionato. Ovvio che con lo scorrere dei minuti qualcosa viene meno e prevale il cinismo e la determinazione di portare punti a casa, facendo venire meno il calcio, come avvenuto quest’oggi nel finale di secondo tempo. Ad ogni modo la squadra non credo abbia rubato nulla a nessuno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Casarano cade contro la Casertana per 1-0: la decide su rigore l'ex Favetta

LeccePrima è in caricamento