rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Calcio

Un Casarano cinico e compatto torna al successo contro la Nocerina: vittoria per 2-1

Decisive le reti di Montinaro e Meduri che regalano il primo successo dell'era Monticciolo. Per i rossazzuri tre punti preziosi dopo undici turni senza vittorie

CASARANO - Dopo undici risultati senza vittorie il Casarano torna al successo battendo per 2-1 la Nocerina tra le mura amiche del “Capozza”. La sfida ha avuto inizio con mezz’ora di ritardo rispetto all’orario prestabilito, per le verifiche di un caso di positività tra le fila dei campani. 

Dopo l’esito negativo dei tamponi effettuati ai calciatori (comunicato intorno alle 14,15) le squadre sono scese in campo per il consueto riscaldamento e alle 15 hanno dato avvio al match. Decisive ai fini del risultato finale, la prima rete in casacca rossazzurra di Montinaro, e la seconda in stagione di capitan Meduri, entrambe maturate nel primo tempo. Nella ripresa invece il gol di Dammacco per gli ospiti ha consentito di ridurre lo svantaggio, ma non di frenare la conquista dei primi tre punti dell’era Monticciolo per i padroni di casa.

Casarano che dopo questo successo sale a quota 19 punti in classifica, agganciando la quindicesima posizione, e conquistando anche un pizzico di fiducia in più per il futuro in vista della pausa natalizia.

Nel primo tempo a tenere il pallino del gioco sono proprio i rossazzurri di casa che, seppur con tante imprecisioni, si rivelano più cinici e pericolosi negli ultimi trenta metri.

La prima conclusione della gara arriva al 10’, con un tiro da fuori di Garofalo che non impensierisce Iannì. Stesso copione sul fronte opposto quando al 18’, Montinaro, dai venti metri calcia centrale: Pitarresi blocca la sfera senza particolari affanni.

Al 21’ arriva il vantaggio del Casarano, dopo una ripartenza. Prinari scarica per Atteo che crossa dalla destra: inserimento puntuale di Montinaro che in tuffo insacca in rete il gol dell’1-0.

Al 31’ errore in disimpegno di Cason, con Tedesco che si impadronisce del pallone e dal limite, con un forte diagonale, non impensierisce più di tanto Pitarresi.

Al 38’ il Casarano raddoppia. L'azione parte da una punizione di Montinaro dal fronte mancino, con pallone scodellato sul primo palo dove Meduri tocca quanto basta, con la nuca, per siglare il 2-0. L'ultimo acuto della prima frazione è di marca campana, con una bella conclusione di Garofalo, su punizione dal limite. L'intervento in tuffo di Iannì è puntuale ed efficace.

Il secondo tempo si rivela privo di grandi emozioni, ad eccezione del gol del 2-1 siglato dagli ospiti che rimette un po' di brio alla gara. La prima occasione arriva all’8’ con Tedesco che serve Atteo: il numero 8 dal limite fa partire un destro che termina di poco alto sopra la traversa.

Al 26’ Meduri strappa la sfera ad un avversario, all’altezza del vertice sinistro dell’area, e dopo un doppio controllo calcia a giro: sfera che termina abbondantemente al lato. Brivido per i padroni di casa al 28’ quando la Nocerina accorcia le distanze: Chietti scappa a Freddo sulla corsia mancina e crossa al centro dell’area dove Dammacco controlla, si libera di Rizzo e insacca trovando il gol del 2-1.

Il Casarano prova a non disunirsi, ma colleziona una serie di occasioni poco incisive. Al 30’ su cross di Atteo, Dellino scivola e colpisce debolmente la sfera. Pitarresi blocca senza problemi. Nonostante nel finale siano gli ospiti ad assediare la metà campo avversaria, l’unica occasione degna di nota arriva al 34’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo la sfera attraversa tutta l’area, e sul secondo palo Bruno manca l'impatto con il pallone. Senza ulteriori sussulti la gara si chiude con la vittoria dei casaranesi.

“La determinazione, la grinta e il coraggio sono peculiarità che non devono mai mancare alla mia squadra – ha spiegato Alessandro Monticciolo, tecnico del Casarano, nel post gara - "oggi i miei ragazzi hanno fatto una prestazione straordinaria contro una squadra di alta classifica che, seppur qualche defezione, vantava in campo giocatori di ben altre categorie. Dunque è un successo che vale il doppio".

"I ragazzi hanno intuito fin da subito i miei concetti di calcio, e ho avuto modo di riscoprire qualche giocatore mai utilizzato fino ad ora e che non pensavo avesse determinate qualità" ha aggiunmto il tecnico rossazzurro, "l’obiettivo a lungo termine è raggiungere i famosi 43/44 punti per la salvezza sicura, ma era importante anzitutto ritrovare da subito la compattezza e l’unità di intenti all’interno del gruppo squadra”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un Casarano cinico e compatto torna al successo contro la Nocerina: vittoria per 2-1

LeccePrima è in caricamento