rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Calcio

Casarano, il tecnico Giovanni Costantino si presenta: "Non vedo l'ora di iniziare. Voglio orgoglio e aggressività"

Nel corso di una conferenza stampa è stato presentato il nuovo condottiero dei rossoblù, reduce da una lunga esperienza internazionale. "La trattativa è durata dieci secondi, ho accettato con grande entusiasmo" -ha commentato

Giovanni Costantino è il nuovo allenatore del Casarano. La dirigenza rossoblù ha deciso di ripartire dal tecnico classe 1984, nativo di Messina, che può vantare una già nutrita esperienza internazionale. Nelle stagioni 2016/2017 e 2017/2018 ha rivestito l'incarico di viceallenatore rispettivamente all'Honved (Ungheria) e al Dunajska Streda, formazione del campionato slovacco; dal 2018 al 2021 è invece stato il vice di Marco Rossi, commissario tecnico della nazionale ungherese, prima di guidare il MTK Budapest da luglio a ottobre 2021. Costantino è stato presentato nell'ambito di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente del Casarano Giampiero Maci, il vicepresidente Antonino Filograna, il direttore sportivo Francesco Montervino e il dirigente Marcello Perdicchia. 

Casarano, Costantino: "Questa squadra non deve avere paura di nessuno"

La trattativa tra le parti è durata pochissimo, come ha rivelato lo stesso allenatore, affascinato dal richiamo della piazza rossoblù: "La trattativa è durata dieci secondi, nel momento in cui il direttore mi ha proposto di venire a Casarano ho accettato con grande entusiasmo. Mi ha colpito l'identità e l'amore che i tifosi sentono per questa squadra, è una cosa unica. Negli undici che scenderanno in campo mi piacerebbe portare orgoglio, aggressività e identità. C'è la volontà di creare una squadra che non abbia paura di nessuno e che possa vincere più partite possibili. Non vedo l'ora di iniziare". La pressione a Casarano non mancherà di certo, ma Costantino è determinato e pronto ad far fronte a ciò. "Per il mestiere dell'allenatore è normale la pressione -ha detto- Entro in questa realtà con massima umiltà, la pressione la dobbiamo trasformare in motivazione, è una cosa che mi piace. Voglio lavorare assieme a persone con entusiasmo". Sul girone H: "Non abbiamo paura di nessuno, noi siamo il Casarano. Le altre sono società gloriose ma l'importante per me è che facciamo la nostra partita".

Costantino ha poi fatto il punto su quella che sarà la composizione della squadra, dalle possibili conferme e sulla collocazione degli under nella formazione titolare. La priorità sarà data all'idea di gioco, più che al modulo da apportare: "Stiamo valutando due-tre giocatori che potremmo trattenere, dal punto di vista tecnico sono disposto a tenere giocatori validi in rosa. Bisogna avere sinergia tra aspetto tecnico ed economico. Io giocherei pure con undici under, bisogna vedere quali under andremo a prendere, abbiamo individuati i ruoli. Dobbiamo avere un'idea precisa di gioco, la squadra deve essere unita tra i reparti e la deve avere un baricentro alto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casarano, il tecnico Giovanni Costantino si presenta: "Non vedo l'ora di iniziare. Voglio orgoglio e aggressività"

LeccePrima è in caricamento