Calcio

Casarano ospite della Casertana, Matino contro il Fasano e Nardò-Bisceglie

Quinta giornata del campionato di Serie D girone H: il Casarano affronta la forte Casertana, sfida ostica anche per il Nardò che apre le porte al Bisceglie. Matino alla ricerca del riscatto contro il Fasano

LECCE - Al via nella giornata di domani un altro atto della Serie D, con le venti squadre del girone H che scenderanno in campo a partire dalle ore 15 per il quinto turno. La capolista Casarano è chiamata a confermarsi contro la forte Casertana, la Virtus Matino dovrà riscattarsi contro il Fasano. Infine il Nardò che dovrà tentare di ritrovare punti in casa contro il Bisceglie.

Il Casarano a Caserta

A poche ore dal grande successo tra le mura del “Capozza” contro l’Audace Cerignola per 2-0, il Casarano di mister Calabuig si appresta a disputare il terzo match in sette giorni, ma non sarà una sfida qualunque. Una settimana di grandi gare, perché dopo essersi aggiudicati il derby contro il Nardò e il turno infrasettimanale contro gli ofantini favoriti per il salto di categoria, domani in territorio campano i rossazzurri affronteranno la Casertana degli ex Feola, Sansone e Favetta.

Seppur decima in classifica con soli sei punti ottenuti in quattro gare, ricordiamo che la formazione rossoblu è partita in netto ritardo con la preparazione, facendo fronte alla retrocessione d’ufficio. Non hanno comunque mai perso, riuscendo a vincere ai danni del Nola all’esordio e pareggiando poi contro Fasano, Altamura e Bisceglie. Sarà certamente uno dei match più interessanti di giornata quello diretto da Marco Marchio della sezione di Rieti.

“Siamo consapevoli che sarà una trasferta insidiosa – esordisce Calabuig nella conferenza stampa pre gara -, affronteremo un avversario blasonato ma non ci tireremo indietro e giocheremo il nostro calcio come fatto fino ad oggi. Intendiamo continuare sulla linea di quanto dimostrato contro il Cerignola, possiamo dare fastidio a tutti. Anche questa volta cercheremo di essere protagonisti della gara. I nostri avversari vantano un organico di primo livello – conclude il trainer rossazzurro -, ciononostante opporremmo la nostra voglia di fare. Per la cronaca anche io sono un ex della gara, ho vestito la maglia della Casertana nella stagione 2008-09”.

Il Matino contro il Fasano

All’indomani dalla prima sconfitta stagionale in campionato, la Virtus Matino sotto la guida tecnica di Giuseppe Branà ospiterà all’Heffort Sport Village di Parabita il Fasano. Gara tutt’altro che semplice quella che dovrà affrontare la compagine salentina che, in tredicesima posizione con 5 punti, affronterà la formazione che occupa la sesta piazza con sette punti, a pari merito con Cerignola, Nocerina, Sorrento e Lavello. Gli ospiti sono cresciuti dopo la sconfitta all’esordio proprio con gli ofantini, conquistando un pari contro la Casertana e facendo bottino pieno contro Lavello e Mariglianese. La Virtus Matino dopo aver annunciato di aver affidato la posizione di direttore generale a Massimo Alemanno, direttore ex Lecce che ha ricoperto questo ruolo in altre virtuose società nostrane, è in attesa dell’esito del ricorso avanzato dal Molfetta in merito alla scorsa gara: nel caso fosse accettato, priverebbe i biancazzurri del punto messo in casina sei giorni fa. La sfida sarà diretta da Davide Gandino della sezione di Alessandria.

“Sicuramente ci sarà rivalsa – spiega il tecnico Branà alla vigilia -, arriviamo da una sconfitta in trasferta che nel complesso ci può stare, sarà importante apprendere dagli errori per non commetterli più in futuro. Giocare tre partite nell’arco di una settimana non è facile, ma dobbiamo essere pronti a tutto. Il Fasano è una formazione quadrata, ha molta qualità dalla trequarti in poi, quindi bisognerà stare attenti sui loro cambi gioco e sugli uno contro uno. Dovremmo chiudere bene le linee di passaggio, ma anche loro dovranno temerci, perché sono consapevoli che siamo una buona squadra. Abbiamo provato in questi gironi anche sul campo bagnato – conclude il tecnico in merito alle condizioni metereologiche avverse previste per domani -, il nostro è un terreno sintetico dove la palla si comporta in maniera differente. Sarà fondamentale stare attenti a queste situazioni, ma più in generale a tutte le fasi di gioco della gara. Sarà inutile trovare un alibi a fine gara, d’altronde le condizioni del campo le dovranno subire anche gli avversari”.

Tre sconfitte consecutive sono bastate al presidente del Nardò Donadei ed al comparto dirigenziale tutto, per mettere in dubbio la posizione del tecnico Ciullo. Nessun esonero per il momento, difficile pensarlo in una settimana in cui sono tre gli impegni di campionato, ma se anche la sfida interna contro il Bisceglie di domani non dovesse portare punti, allora non è escluso che un ragionamento approfondito possa essere fatto. I granata sono relegati nel basso della classifica con soli tre punti, quelli ottenuti in seguito al successo all’esordio contro la Team Altamura. Il Bisceglie - anch’esso partito in ritardo come la Casertana causa il mancato ripescaggio tra i professionisti - nei primi quattro impegni ha trovato l’unico successo contro la capolista Casarano, alla seconda giornata. Positivi ad ogni modo i pari contro Nocerina e Casertana, formazioni che puntano ad ottenere il massimo da questa stagione. L'unica sconfitta è quella arrivata contro il Gravina, altra formazione che si contende la prima posizione grazie ai nove punti fin qui ottenuti. La gara del “Giovanni Paolo II” sarà diretta da Fabrizio Pascella di Roma 2.  Le gare del quinto turno del campionato di Serie D girone H avranno inizio alle 15.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casarano ospite della Casertana, Matino contro il Fasano e Nardò-Bisceglie

LeccePrima è in caricamento