rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Corsa contro il tempo

Ceduto Ceesay rebus centravanti per il Lecce: due i profili sul taccuino della società

Corvino e Trinchera, dopo aver chiuso il trasferimento della punta al Damak, stringono i tempi per trovare due nuovi attaccanti utili a D’Aversa: e intanto la prima di campionato si avvicina

LECCE – Ora è ufficiale: è stata completata la cessione a titolo definitivo di Assan Ceesay, che dal Lecce passa al Damak Fc in Arabia Saudita. Un’operazione attesa, annunciata, a cui mancava solo l’ultimo atto e che riapre anche il “rebus centravanti”. Perché, se nel complesso la cessione dell’attaccante possa valutarsi buono sotto il profilo finanziario, sotto l’aspetto tecnico e tattico acuisce il problema di un reparto offensivo monco di gol, a meno di una settimana dall’inizio del nuovo campionato di serie A.

Procediamo con ordine. A comunicare l’addio dell’ex “77” che aveva da poco preso la “9” è stata la società di via Costadura con una nota che recita: “L’U.S. Lecce comunica di aver ceduto, a titolo definitivo, il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Assan Ceesay al Damak FC”.

Per quanto riguarda le cifre, i giallorossi dovrebbero incassare circa 2,6 milioni di euro, che sono plusvalenza netta, calcolando che solo un anno fa il giocatore era approdato nel Salento a parametro zero. Per Ceesay, che con la maglia giallorossa ha totalizzato 6 gol in 35 gare totali (di cui 34 in serie A) la nuova avventura porta anche un contratto triplicato rispetto a quello percepito a Lecce: da 600mila euro annui dovrebbe passare a 1.8 milioni a stagione.

L’uscita dell’attaccante, però, ha due conseguenze: la prima è pratica e burocratica, perché libera lo slot extracomunitario e permette la possibilità di tesserare un nuovo calciatore in quella casella. La seconda riguarda gli equilibri di un reparto, quello offensivo, che già l’anno scorso con due centravanti aveva dimostrato carenze in fase realizzativa con appena 33 gol fatti nella stagione 2022-23.

Quindi, l’esigenza di immettere un attaccante che migliorasse le qualità realizzative era già un obiettivo di inizio mercato e le contemporanee partenze di Colombo e Ceesay obbligano ad uno sforzo maggiore per trovare due giocatori che garantiscano prestazioni, qualità e reti utili alla salvezza. Nelle partite di precampionato e nel successo di Coppa Italia, mister Roberto D’Aversa ha tentato la soluzione Strefezza falso centravanti o ha utilizzato nel ruolo Pablo Rodriguez, finito in prestito all’Ascoli.

Ora l’emergenza c’è tutta, perché la prima di campionato con la Lazio di Sarri è dietro l’angolo e il Lecce si presenta di fatto “spuntato” all’appuntamento. Con Burnete che potrebbe essere il terzo e Voelkerling Persson, che potrebbe andare a fare esperienza, si valutando due profili che fungano entrambi da potenziali titolari nel ruolo: il nome più concreto sembra quello di Nikola Krstovic, montenegrino classe 2000, del DAC Dunajka Streda, ma in ascesa anche le quotazioni di Alexandre Mendy, punta del Caen, e vicecapocannoniere lo scorso anno della Ligue 2. Ma è partita la corsa contro il tempo per fornire all’allenatore dei giallorossi il profilo che esalti il reparto offensivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceduto Ceesay rebus centravanti per il Lecce: due i profili sul taccuino della società

LeccePrima è in caricamento