rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Appuntamento di prestigio

Il Lecce al cospetto della Roma di Mourinho: "Un premio, non una gita"

Alla vigilia della gara valida per gli ottavi di Coppa Italia, Baroni ha chiesto ai suoi ragazzi di avere coraggio. Come già contro lo Spezia, l'obiettivo è di dare spazio a chi ha giocato meno. Calabresi farà il centrale difensivo

LECCE - "Se vai rannicchiato, ti passeggiano sopra": con queste parole si è conclusa la conferenza stampa dell'allenatore del Lecce, Marco Baroni, alla vigilia della gara in trasferta contro la Roma di Mourinho, valevole per gli ottavi di finale di Coppa Italia (giovedì, ore 21, diretta su Canale 5 e Mediaset Infinity). 

Il tecnico dei giallorossi, nel corso della rifinitura di oggi, ha catechizzato i suoi, incitandoli ad avere coraggio e a non rinunciare alla propria maniera di proporre calcio, frutto di un lavoro che è iniziato a luglio e che sta dando i suoi frutti: "Questa partita è un premio per tutti, ma quella di domani non è una gita. Deve essere vissuta come una opportunità di misurarci con una squadra di livello internazionale. Faremo di tutto per onorare la partita e io mi aspetto ancora segnali importanti (dopo la vittoria a Spezia nel turno precedente, ndr) perché ho davvero bisogno di tutti. Voglio essere messo in difficoltà nella scelte".

Fuori causa per Covid Paganini e Tuia, sono stati invece convocati Vera e Bleve. In porta però potrebbe esserci Gabriel perché il secondo portiere è stato fermo per diversi giorni. Domani mattina il Lecce sosterrà un allenamento leggero nella capitale e quella sarà l'occasione per Baroni di sciogliere i suoi dubbi: un altro riguarda Gallo che oggi ha lavorato normalmente, ma che ieri aveva avuto una indisposizione. Certa è la presenza di Calabresi al centro della difesa, probabilmente in coppia con capitan Lucioni.

Non si deve dimenticare, infatti, che tra domenica e mercoledì i salentini sono attesi da due turni di campionato, contro Cremonese prima e Vicenza poi. Baroni vuole quindi da una parte tutelare coloro che sono più provati, dall'altra aumentare il minutaggio di quelli che giocano di meno, facendo però i conti con una coperta corta soprattutto in difesa: detto dell'indisponibilità di Tuia, bisogna aggiungere che prima di due settimane di lavoro (duro), il neo acquisto Simic non dovrebbe essere in condizione di giocare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce al cospetto della Roma di Mourinho: "Un premio, non una gita"

LeccePrima è in caricamento