rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Calcio

Dermaku plaude all'unità del gruppo: "Pronti a sacrificarci l'uno per l'altro"

Il centrale difensivo domenica si potrebbe trovare davanti la sua ex squadra, il Parma. Esami strumentali per Strefezza: ematoma alla zona lombare dopo trauma contusivo nella gara contro il Cosenza

LECCE - Il suo rientro in campo, a Brescia, bagnato dal gol del momentaneo vantaggio del Lecce, era sembrato per Kastriot Dermaku il ritorno in grande stile dopo un anno sfortunato, a causa del Covid prima e delle ereditate complicazioni sul piano muscolare poi.

Due giorni prima della gara contro il Cosenza, tuttavia, il 29enne centrale difensivo è stato colpito da un virus, come altri cinque suoi compagni, e ha dovuto alzare bandiera bianca. Ora, risolto anche questo contrattempo, si candida a una maglia da titolare: del resto Tuia anche oggi si è allenato in differenziato e lo stesso ha fatto Meccariello. Ci sono però ancora due sedute prima della sfida al Parma, di cui Dermaku è un ex, e dunque è ancora presto per parlare di formazione.

"Durante la settimana il mister ci fa stare sul pezzo, non ci fa capire chi andrà in campo - ha spiegato in conferenza stampa il nazionale albanese -. Siamo in tanti, siamo bravi, lavoriamo bene. L’obiettivo è mettere il mister in difficoltà, le scelte le fa lui, le fa il campo. Tutti coloro che trovano meno spazio devono mettersi a completa disposizione per far crescere la qualità del gruppo. La cosa che sto notando quest’anno è che c’è tanta intensità e voglia da parte di tutti di giocare, questo è molto importante".

Dermaku sa che per arrivare bene in fondo a un torneo come quello di B bisogna essere non solo attrezzati, ma anche ben coesi: "Il campionato è lungo e competitivo, c’è bisogno di tutti, non solo dei 13,14 che vanno di più in campo. Quest’anno vedo più fame, più voglia di arrivare il più in alto possibile. I risultati potranno arrivare oppure no, ma quello che non dovremo mai perdere sarà l’atteggiamento giusto, lo spirito di gruppo. Ci saranno momenti di flessione e momenti di esaltazione e questi aspetti faranno la differenza".

Sollecitato a fare un punto della situazione dopo 11 giornate, il difensore ha commentato: "Non me l’aspettavo così questo campionato, nel senso che pensavo che a questo punto della stagione qualche squadra si sarebbe staccata dalle altre. Invece si sta rivelando un equilibratissimo e mai come quest’anno si può perdere o vincere contro chiunque. Secondo me la classifica rimarrà corta per gran parte del torneo e e negli ultimi mesi verranno fuori le squadre con maggiore resistenza".

Nella seduta di questa mattina hanno lavorato in regime differenziato anche Strefezza e Vulturar, mentre Gabriel almeno per una parte si è allenato con il resto del gruppo. Per l'esterno offensivo l'ecografia fatta in mattinata ha messo in risalto un ematoma alla zona lombare, conseguenza di uno scontro di gioco nel match contro il Cosenza. Dovrebbe farcela a rispondere presente alla convocazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dermaku plaude all'unità del gruppo: "Pronti a sacrificarci l'uno per l'altro"

LeccePrima è in caricamento