rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Calcio

Disfatta Nardò, dura sconfitta per 5-0 al "Poli" contro il Molfetta

Gara a senso unico con i padroni di casa che dilagano: granata decimati dal covid, ma senza attenuanti per il tecnico De Candia

NARDÒ – Ritorno in campo da dimenticare per il Nardò di mister Pasquale De Candia, che al “Paolo Poli” perde 5-0 contro il Molfetta. A decidere il match la doppietta di Kordic e le reti di Giambuzzi, Genchi e Gjonaj. Gara a senso unico fin dal primo momento, che comporta un ulteriore passo indietro per il Nardò che puntava a scalare la classifica giornata dopo giornata. Si conclude dunque il girone d’andata dei granata con questo pokerissimo subito, frutto anche delle molte assenze tra le fila del Nardò dovute al covid. Ora i granata siedono in dodicesima posizione con 22 punti all’attivo.

Prima frazione di gioco che si anima dopo pochi giri di lancette con un colpo di testa da posizione ravvicinata di Genchi che termina di poco al lato. Al 16’ Dubaz da fuori sfiora la traversa, al 20’ arriva il vantaggio dei padroni di casa: corner da sinistra, Kordic appostato sul primo palo di testa insacca il gol che vale l’1-0. Al 22’ Genchi da fuori va vicino al raddoppio, rinviato solo di qualche minuto quando Kordic trova la marcatura su una situazione analoga a quella precedente: battuta d’angolo sul primo palo, la punta ex Brindisi svetta di testa e trova il 2-0. Al 36’ prima conclusione di marca ospite, con Cristaldi che riceve in area e, dopo essersi destreggiato, conclude male. Al 43’ il numero 9 granata va vicinissimo al gol: angolo che trova De Giorgi sul primo palo, sponda per Cristaldi che di prima intenzione trova la grande risposta dell’estremo ospite.

Nella ripresa Nardò riversato in avanti: al 3’ De Giorgi di testa non va molto lontano dallo specchio dalla porta. Al 7’ contropiede Molfetta, Genchi crossa sul secondo palo per Giambuzzi che calcia clamorosamente sul fondo. L’ex Matino al 13’ si fa perdonare e trova il tris: tiro cross da destra, la sfera con un po' di fortuna si insacca sul secondo palo e vale il 3-0. Dominio dei padroni di casa e Nardò assente in campo, ci provano dunque Guadalupi prima e Genchi poi senza fortuna. Il poker arriva al 19’ con Genchi che servito in profondità supera in dribbling De Giorgi e trafigge Petrarca. Al 22’ De Giorgi sulla linea salva i suoi negando il gol a Panebianco, ma al 25’ una traiettoria ad incrociare da fuori di Gjonaj vale il pokerissimo. L’autore del quinto gol va vicino alla doppietta personale in due occasioni: prima Petrarca gli dice di no con un ottimo intervento in tuffo, poi è il palo a negargli la seconda marcatura della giornata. Il Nardò nel finale prova a reagire, ma non riesce a trovare il gol della bandiera.

“Ho avuto sensazioni negative fin dai primi momenti del match, è stata una prestazione sottotono – spiega il tecnico del Nardò Pasquale De Candia nel post gara. Non ha funzionato niente, faccio difficoltà a dare una lettura della gara interpretata dalla mia squadra, che sembra non esser mai partita da Nardò. È stata una gara totalmente differente dalle ultime quattro dove avevamo impressionato sotto il punto di vista del gioco, ora è giusto riflettere sugli errori e capire che nulla ci viene regalato. Oggi abbiamo deciso di giocare nonostante alcune motivazioni che noi conosciamo bene (casi covid all’interno del gruppo, ndr.), quindi saremmo dovuti venire qui per fare la nostra partita. Non ci siamo presentati, e questo ci deve far riflettere. Ad Altamura ci dovrà essere una squadra diversa in campo, non si potrà rivedere quella scesa oggi in campo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disfatta Nardò, dura sconfitta per 5-0 al "Poli" contro il Molfetta

LeccePrima è in caricamento