rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Calcio

Due rigori abbattono il Nardò: il Rotonda trionfa 1-2

Adeyemo e Bottalico bissano il successo esterno del Rotonda sul Nardò: terza sconfitta consecutiva per la truppa di Pasquale De Candia

NARDÒ – Terza sconfitta consecutiva per il Nardò di Pasquale De Candia caduto ieri al “Giovanni Paolo II” contro la rivelazione Rotonda per 1-2. Nonostante una buona gara e diverse occasioni da gol, i neretini si sono arresi ai lucani, quest’ultimi capaci di tenere botta nei momenti di difficoltà e raccogliere il massimo in ripartenza. Due rigori segnano l’ennesimo passo falso stagionale del Nardò, con l’ambiente che sembra aver messo alle spalle il primo ottimo periodo dell’era De Candia. Rimane dunque al sedicesimo posto con soli 14 punti conquistati in altrettante gare.

Il primo tempo si apre con l’immediato vantaggio granata: al 4’ calcio piazzato da destra, Masetti con una zampata all’altezza del secondo palo trova il gol dell’1-0. La reazione ospite è immediata, ed al 13’ Alfarano atterra in area un calciatore avversario: dagli 11 metri Adeyemo non sbaglia e ristabilisce la parità. Il Nardò tenta di riportarsi in avanti con Mancarella prima e Mariano poi, con l’ex Lecce che calcia centrale senza impensierire il portiere avversario e l’ex Andria che spara alto. Nel finale il Rotonda va vicinissimo al gol, il solito Adeyemo in ripartenza arriva a tu per tu con Petrarca e calcia sul secondo palo, la sfera termina di poco al lato.

La ripresa si apre con una bella sforbiciata di Mariano in area di rigore, coordinazione perfetta ma la traiettoria centrale è ben controllata dall’estremo ospite. Mengoli va vicinissimo al gol con la sfera che sibila sopra il montante, poi Caputo si mette in proprio e dopo essersi accentrato calcia trovando la pronta risposta di Polizzi. Quest’ultimo è bravo poco dopo quando Mengoli su calcio di punizione lo costringe a smanacciare per evitare la peggio. Al 20’ altro rigore per gli ospiti, questa volta generoso: Bottalico dal dischetto non sbaglia e sigla il raddoppio. È dunque arrembaggio finale del Nardò: prima Alfarano al volo non trova lo specchio della porta, poi il solito Pollizzi dice di no a Cavaliere sul primo palo. Nel finale però sono i lucani a sfiorare il tris, Coulibaly in area scarica per l’accorrente Bottalico che di prima intenzione calcia di poco alto sopra la traversa.

“Possiamo parlare di meccanismi che non funzionano al meglio quando gli avversari ti mettono in difficoltà, e oggi i nostri avversari non hanno superato la metà campo più di quattro volte nell’arco della gara – esordisce così Pasquale De Candia, tecnico del Nardò, nella conferenza stampa post gara -. Non credo che ci sia qualcosa che non va, purtroppo abbiamo subito gol da due palle inattive. Questa volta la sconfitta brucia ancora di più perché non mi sento di recriminare nulla ai miei ragazzi, abbiamo tenuto il pallino del gioco e in ogni momento c’era la sensazione che avremmo potuto segnare il sorpasso. Dobbiamo essere più concreti, ma avere anche maggiore fiducia. Il Nardò che ho trovato al mio arrivo aveva idee di gioco diverse – conclude De Candia relativamente alla possibilità di ingaggiare qualche pedina -, ma le considerazioni sul mercato e le prossime scelte le abbiamo già fatte con la società. Ora ci sono dei meccanismi differenti, con interpreti che coprono ruoli differenti dai loro e che vanno ringraziati per il loro ottimo rendimento. Il mercato di dicembre è molto più complicato, c’è molta concorrenza ed è difficile che un determinato atleta lasci un club per un altro”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due rigori abbattono il Nardò: il Rotonda trionfa 1-2

LeccePrima è in caricamento