rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
La sfida domani alle 15

Lecce all’esame di maturità col Bologna. D’Aversa: “Portiamoci dentro la rabbia di Genova”

Alla vigilia della gara contro i felsinei di Thiago Motta il tecnico giallorosso ha spronato i suoi calciatori alla massima concentrazione. Il recupero di Banda e Almqvist infonde sicurezza. Venuti pronto a sostituire lo squalificato Gendrey

LECCE – Con le ali dell’entusiasmo dispiegate dopo il grintoso recupero e la vittoria casalinga contro la Fiorentina, ma con un imperativo imprescindibile: concentrazione massima per non ripetere parabole discendenti e pericolose sconfitte come quella patita recentemente nella trasferta contro il Genoa.

Nella immediata vigila della partenza per la sfida di campionato di domani al Dall’Ara di Bologna (calcio d’inizio alle 15), il tecnico del Lecce, Roberto D’Aversa, ha cercato di caricare al massimo i suoi calciatori, predicando anche molta razionalità per evitare quei cali di rendimento e di attenzione che hanno caratterizzato troppo spesso l’andamento delle gare, soprattutto in trasferta, dei giallorossi.

Il Lecce ritrova sul suo cammino, dunque, il Bologna di mister Thiago Motta, che continua a conservare le proprie ambizioni per un piazzamento utile in campo europeo. E non sono quindi ammesse distrazioni di sorta. Per portare a casa i primi punti utili del girone di ritorno, lontani dalle mura amiche del Via del Mare.

“Più che alla vittoria sulla Fiorentina c’è da ricordare, sempre, quello che è accaduto alla fine della gara con il Genoa, dove siamo usciti dal campo con tanta rabbia e delusione. Una sconfitta che non ci meritavamo per quanto abbiamo prodotto, ma purtroppo è arrivata nel modo più bruciante” ha detto D’Aversa, nella conferenza stampa che precede la gara, “teniamoci dentro quella rabbia che avevamo dopo la sfida contro il Genoa. Domani da parte nostra dovremo lavorare in maniera molto compatta, perché troveremo un avversario molto completo e ben allenato da un tecnico che stimo molto. Nella partita di andata ricordo che abbiamo fatto benissimo nel primo tempo, poi loro sono stati bravi nella ripresa a passare in vantaggio. Infine ci è stato assegnato dal Var un rigore, netto”.

Il tecnico giallorosso sa di poter contare nuovamente su elementi che possano fare la differenza come Banda e Almqvist, e soprattutto sull'interscambio in attacco tra Krstovic e Piccoli. Unico neo l’assenza dello squalificato Gendrey. Al suo posto dovrebbe giocare Venuti.

“Le soluzioni che abbiamo sono quelle” ha chiosato D’Aversa, “Venuti avrebbe meritato un po' di spazio e inizialmente ha pagato per un infortunio, poi il campionato importante fatto da Gendrey gli ha chiuso lo spazio. Per domani non ci sono comunque perplessità, Lorenzo gode della mia massima fiducia ed è pronto per questa sfida”.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce all’esame di maturità col Bologna. D’Aversa: “Portiamoci dentro la rabbia di Genova”

LeccePrima è in caricamento