rotate-mobile
Calcio

Lecce in partita per un tempo, poi entra De Ketelaere e rompe gli equilibri

Nell’ultima uscita casalinga della stagione i giallorossi si arrendono all’Atalanta: a segno a inizio ripresa il belga, appena entrato, e poi Scamacca su errore di Falcone che sbaglia il tempo dell’uscita

LECCE – L’ultima apparizione stagionale del Lecce al Via del Mare si conclude con una sconfitta per di un’Atalanta che, per quanto concentrata sulla finale di Europa League in programma mercoledì contro il Leverkusen, non ha concesso nulla alla squadra salentina anche perché la compagine bergamasca aveva una missione chiara: blindare un posto per la Champions League del prossimo anno, in ogni caso.

Primo tempo

Per la prima volta in questo campionato il direttore Corvino assiste alla partita dalla panchina. Il Lecce, che Gotti schiera con Gonzalez a destra della linea di centrocampo, ci impiega qualche minuto per prendere le misura alla squadra ospite e, intanto, rischia di prendere il gol dopo una conclusione di Miranchuk, respinta da Falcone. Il portiere si ripete al 7’ opponendosi a un tentativo ravvicinato di Pasalic al termine di un’azione nata da un errore in appoggio di Dorgu.

I giallorossi hanno a loro volta due buone opportunità al 9’ con Piccoli, prima su lancio di Gallo e poi su passaggio di Krstovic, ma in entrambe le circostanze Musso risponde presente.

Berisha, in campo dal primo minuto accanto al suo connazionale Ramadani, dimostra una certa disinvoltura, la gara è vivace e i padroni di casa cercano di rispondere colpo su colpo alle iniziative dei bergamaschi. Così dopo il potente tiro dal limite dell’area di Scamacca, respinto da Falcone, una buona occasione capita ancora a Piccoli, ma l’attaccante manca per un soffio la punizione calciata a sorpresa da Berisha.

Dorgu ci prova dalla distanza al 26’, Scamacca dal limite al 27’. Al minuto 34’ Venuti, entrato in campo per l’ammaccato Gendrey, pesca a centro area Dorgu ma il giovane esterno, tutto solo, manca l’aggancio. Fiammata di Zappacosta al 39’ che prima si vede respingere da Gonzalez una conclusione indirizzata nello specchio, poi sulla ribattuta spedisce la sfera di poco oltre la traversa. Il Lecce va in gol al 45’ con Dorgu che anticipa Musso in uscita, ma dopo un secondo arriva la segnalazione di fuorigioco dell’assistente dell’arbitro, confermata dal Var.

Secondo tempo

Anche a inizio ripresa ghiotta opportunità per il Lecce, ma Krstovic manda oltre la traversa il cross basso di Piccoli. Non manca la sua occasione, invece, De Ketelaere che, resistendo al ritorno di Gallo, scavalca Falcone con un tocco elegante. Il belga ed Ederson sono le due novità degli orobici al rientro degli spogliatoi, per Touré e Zappacosta.

L’Atalanta raddoppia al 53’: calcio d’angolo, uscita scriteriata di Falcone, Scamacca riesce a colpire prima di essere abbattuto dal portiere giallorosso. Gotti, sotto di due gol, inserisce Oudin, Blin e Pierotti per Gonzalez, Berisha e Dorgu. L’argentino (con passaporto comunitario) si dimostra subito intraprendente, ma il Lecce nel complesso non riesce a girare abbastanza bene da mettere pressione all’avversario che nel possesso palla se la cava egregiamente.

L’azione del secondo gol rischia di ripetersi tre minuti dopo: questa svolta svetta Hien e la palla accarezza la traversa. Con l’ingresso di Djimsiti per Scamacca, al 62’, l’Atalanta compensa la presenza nel Lecce di tre calciatori palesemente offensivi. Al 65’ è la volta di Adopo che prende il posto di Pasalic, dieci minuti dopo tocca a Bakker sostituire Bonfanti. Al minuto 83, dall'altra parte, entra Rafia per Ramadani e così Gotti esaurisce le sostituzioni a disposizione.

Al 41’ Piccoli, su punizione, dal limite colpisce il palo. Due minuti dopo l’attaccante ha un’altra chiara opportunità, ma il suo tiro dal limite dell’area, con due compagni in attesa del passaggio, è strozzato e si spegne sul fondo. Al triplice fischio di Rapuano, il Via del Mare è comunque in festa: la conquista della permanenza nella massima categoria è già in cassaforte e per i giallorossi non resta che raccogliere il meritato applauso del pubblico.

Le foto dell'ultima gara in casa (Chilla)

Il tabellino di Lecce-Atalanta 0 a 2

LECCE (4-4-2): Falcone; Gendrey (29’ Venuti), Baschirotto (cap.), Pongracic, Gallo; Gonzalez (54’ Oudin), Berisha (54’ Blin), Ramadani (83' Rafia), Dorgu (54’ Pierotti); Krstovic, Piccoli. Allenatore: Gotti

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Toloi (cap.), Hien, Bonfanti (75’ Bakker); Hateboer, Scalvini, Pasalic (65’ Adopo), Zappacosta (46’ Ederson); Miranchuk; Touré (46’ De Ketelaere), Scamacca (62’ Djimsiti). Allenatore: Gritti

Marcatori: 48’ De Ketelaere, 53’ Scamacca

Ammoniti: 25’ Hateboer, 37’ Touré, 44’ Pasalic, 67’ Toloi

Arbitro: Rapuano; assistenti: Passeri e Costanzo; quarto ufficiale: Giua

Var: Chiffi; assistente Var: La Penna

Spettatori: 26.354 di cui 5.107 paganti e 21.247 abbonati

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce in partita per un tempo, poi entra De Ketelaere e rompe gli equilibri

LeccePrima è in caricamento