rotate-mobile
Calcio

Il Lecce smaltisce la festa salvezza, l’Udinese vince con un gol per tempo

I giallorossi partono molto bene, poi esauriscono la spinta propulsiva: al 36’ Lucca, di testa, sigla in vantaggio, mentre a cinque minuti dal 90’ arriva il raddoppio dei friulani, con Samardzic dopo una respinta di Falcone

LECCE – Dopo quattro risultati utili di fila, il Lecce inciampa nella seconda sconfitta della gestione di Luca Gotti, ma è un risultato indolore quello maturato al Via del Mare perché i giallorossi la salvezza l’avevano già raggiunta, sabato, prima ancora di giocare, con la vittoria del Milan sul Cagliari (e dopo quella dell’Inter a Frosinone).

Così i tre punti sono andati all’Udinese di Cannavaro che si è portato a un punto sopra la terzultima piazza, potendo dunque essere arbitro del proprio destino (con due scontri diretti davanti).

Primo tempo

Il Lecce parte molto bene, l’Udinese fa fatica a tenere il ritmo dei giallorossi. Sull’asse Almqvist-Krstovic la squadra di Gotti costruisce due ghiotte opportunità per passare in vantaggio: al 5’ l’attaccante, servito dallo svedese, si vede respingere un tiro a botta sicura; al minuto 11, al termine di un dai e vai con il compagno, il numero 9 trova ancora una disperata opposizione della retroguardia ospite.

Smaltito l’entusiasmo iniziale, il Lecce scende di tono e i friulani avanzano il loro baricentro. Gli ospiti ci provano al 18’ con Samardzic, la cui punizione dal limite viene deviata poco oltre la traversa, poi al 25’ Success da buona posizione non trova lo specchio della porta. La partita si assopisce progressivamente, per fortuna la playlist della Curva Nord è di quelle dei giorni di festa, com’è giusto che sia.

Udinese in vantaggio al 36: cross di Payero e Lucca svetta incontrastato per colpire di testa, indirizzando il pallone sul secondo palo. Prima dell’intervallo l’unico sussulto viene da un quasi autogol di Kristensen.

Secondo tempo

Nella ripresa il Lecce prova a fare giusto qualcosina di più: al 65’ Pongracic è protagonista di una discesa palla al piede con un tiro finale che manca di poco la porta; al 73’ Pierotti – entrato al 56’ per Blin -scarica un potente destro sul quale Okoye è bravo a respingere la sfera. Al 78’ il portiere blocca terra un colpo di testa di Baschirotto.

L’Udinese chiude i giochi al minuto 85 con Samardzic che ribadisce in rete una respinta di Falcone su colpo di testa di Davis. Al triplice fischio dell’arbitro Massa, dalle tribune piove anche qualche fischio. Del tutto ingeneroso, ovviamente, ma anche piuttosto ingenuo.

“Grazie ragazzi” urla invece la Curva Nord riportando il discorso nella prospettiva giusta, quella di una tifoseria riconoscente verso una squadra giovane, costruita con un budget limitato e verso un club che ha il coraggio di proporsi senza complessi in un calcio sempre più costruito a immagine e somiglianza di chi disponde di grande disponibilità finanziarie.

La festa, quella programmata e scenografica, ci sarà sabato prossimo, dopo Lecce-Atalanta, secondo modalità che verranno definite nei prossimi giorni.

Lecce-Udinese 0 a 2 (foto Chilla)

Il tabellino di Lecce-Udinese 0 a 2

LECCE (4-4-1-1): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Pongracic, Gallo; Almqvist (72’ Gonzalez), Blin (cap.) (56’ Pierotti), Ramadani, Dorgu (2’ Oudin); Rafia (56’ Berisha), Krstovic. Allenatore: Gotti

UDINESE (3-4-2-1): Okoye; Perez, Bijol, Kristensen; Ehizibue (74’ Ebosele); Walace (cap.) (Zarraga), Payero, Kamara; Samardzic (90+1 Ferreira), Success (67’ Pereyra); Lucca (67’ Davis). Allenatore: F.Cannavaro

Marcatori: 36’ Lucca, 85’ Samardzic

Ammoniti: 17’ Blin, 57’ Dorgu, 60’ Pajero

Arbitro: Massa; assistenti: Imperiale e Preti; quarto ufficiale: Marchetti.

Var: Di Paolo; assistente Var: Serra

Spettatori: 28.041 di cui 6.794 paganti e 21.247 abbonati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce smaltisce la festa salvezza, l’Udinese vince con un gol per tempo

LeccePrima è in caricamento