rotate-mobile
Ora due giorni di riposo

Il Lecce ne fa tre al Cittadella, ma Venuti si fa male alla spalla sinistra

Le reti messe a segno nella ripresa da Strefezza, Corfitzen e Almqvist. Il terzino ha giocato per soli 19 minuti prima di essere costretto a lasciare il campo: da valutare l'entità dell'infortunio. Per Hjulmand pressing dello Sporting Lisbona

LECCE – Si è chiusa con il risultato di 3 a 0 per il Lecce la gara amichevole contro il Cittadella, disputata nel pomeriggio. La gara è stata l’atto finale del ritiro a Folgaria, durato due settimane e svoltosi senza particolari intoppi. Almeno fino a oggi. Il match di Lorenzo Venuti, infatti, è durato appena 19 minuti: subentrato a Gendrey a inizio ripresa, il terzino è stato poi sostituito da Dorgu dopo aver subito un trauma contusivo alla spalla sinistra, la cui entità sarà valutata nei prossimi giorni.

Contro i veneti è stata una partita vera, in molti casi inutilmente dura – il direttore di gara Di Renzo (Bolzano) non l’ha saputa leggere bene -, disputata a Lavarone davanti a una buona cornice di pubblico: il Cittadella celebrava la Festa del tifoso nel 50esimo anniversario della fondazione del club (appena 90 i chilometri di distanza tra il comune patavino e la località del ritiro granata). A gioire però sono stati i sostenitori dei salentini, non pochi, grazie alle reti messe a segno da Strefezza, Corfitzen e Almqvist, siglate tra il 27’e il 37’ del secondo tempo.

Mister D’Aversa ha schierato all’inizio Falcone in porta, difesa con Gendrey, Pongracic, Baschirotto e Gallo; linea mediana con Rafia, Gonzalez e Hjulmand e reparto d’attacco con Strefezza e Banda sulle corsie laterali e Rodriguez come terminale. Non hanno preso parte al test Maleh, per un affaticamento muscolare (la squadra si era allenata anche in mattinata), né Ceesay, oramai prossimo al trasferimento all’Al-Fayha (Arabia Saudita).

Terminata la fase più dura della preparazione – quella dei carichi di lavoro -, i calciatori avranno due giorni di riposo per poi riprendere in sede gli allenamenti. Il prossimo impegno è quello del 6 agosto a Cadice per il trofeo “Ramon De Carranza”, preludio alla gara di Coppa Italia del 13 agosto contro il Como, match che inaugurerà la stagione agonistica vera e propria (e una settimana dopo debutto in campionato, sempre al Via del Mare, contro la Lazio).

I prossimi giorni potrebbero anche essere decisivi per il futuro di Hjulmand: sul capitano del Lecce sarebbe piombato, in maniera assai concreta, l’interesse dello Sporting Lisbona, squadra qualificata per l’Europa League.

Lecce Cittadella amichevole

Ultimo test amichevole anche per la Primavera di mister Coppitelli che nel ritiro di Cotronei ha affrontato la prima squadra del Crotone: la partita è finita sul risultato di 2 a 2. Per i salentini, che dopo 12 minuti si erano ritrovati in svantaggio, a segno Kodor in apertura di ripresa e Nikko a quattro minuti dal 90', ma nel recupero è arrivata la marcatura dell'ex Tumminello.  La preparazione ora continuerà in sede: il 22 agosto al Via del Mare la Primavera del Lecce contenderà ai pari età della Roma la Supercoppa Tim di categoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lecce ne fa tre al Cittadella, ma Venuti si fa male alla spalla sinistra

LeccePrima è in caricamento