rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Calcio

Al Matino non basta Inguscio, trionfa la Nocerina 2-1

I salentini tornano al gol dopo sei gare, ma non interrompono la crisi trovando la settima sconfitta consecutiva e sprofondando in ultima posizione

MATINO – Il Matino ritrova la via del gol dopo sei gare a secco, ma non riesce a racimolare punti dalla trasferta contro la Nocerina perdendo per 2-1. Risultato che lascia l’amaro in bocca per la concreta reazione nel finale di primo tempo dei salentini, ma allo stesso tempo legittimato da quanto si è visto nell’intero arco della gara con i padroni di casa più volte vicini al gol. Arriva dunque la settima sconfitta di fila per la truppa di Giuseppe Branà, sempre più in crisi e ormai in ultima posizione dopo esser stata raggiunta e scavalcata per differenza reti dal Brindisi.

Nocerina intraprendente fin dalle primissime battute, al 2’ Cuomo da fuori fa partire un destro che termina di poco al lato dalla porta difesa da Convertini. Al 19’ i padroni di casa passano in vantaggio, con Palmieri che dopo aver illuso un avversario dal limite scarica un tiro che si insacca sotto l’incrocio e sul quale il portiere avversario non può nulla. Al 28’ chance del raddoppio per i rossoneri, Dammacco in area approfitta di una disattenzione avversaria, raccoglie la sfera e calcia: palla alta sopra il montante. Al primo affondo il Matino va vicinissimo al pari: Meneses si destreggia al limite dell’area e con un destro a scendere colpisce la traversa, con il portiere avversario è poi costretto a rifugiarsi in angolo. Nel corso del primo minuto di recupero gli ospiti pareggiano i conti, con Inguscio che sugli sviluppi d’angolo raccoglie la corta respinta della difesa di casa e di prima intenzione insacca in rete.

La ripresa si apre con una colossale occasione gol per la Nocerina: Dammacco dentro l’area supera due avversari ma arriva poco lucido al momento del tiro, calciando sorprendentemente fuori a tu per tu con D’Ippolito. Al 4’ altra conclusione debole dell’attaccante dei campani, bloccata dall’estremo ospite. Al 14’ il solito Dammacco calcia al volo ma trova la pronta risposta del portiere biancazzurro, sulla ribattuta Esposito trova l’angolo vincente ma sulla linea di porta Salto allontana la sfera. Il gol dei padroni di casa è nell’aria e arriva al 19’: cross in area per Talamo che di testa trova il 2-1. La Virtus Matino tenta invano di reagire e alla fine si deve arrendere.

“Siamo amareggiati dopo questa sconfitta, si sarebbe potuto fare qualcosa in più – spiega Giuseppe Branà, trainer della Virtus Matino, al termine del match -. I ragazzi hanno dato il massimo sul rettangolo di gioco, anche se mi sarei aspettato qualcosa in più da coloro che sono subentrati. Dopo il gol del primo vantaggio avversario siamo stati bravi a reagire, trovando prima una traversa con Meneses e poi il gol di Inguscio. Purtroppo, però, nel momento in cui loro ci hanno pressati siamo andati sotto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Matino non basta Inguscio, trionfa la Nocerina 2-1

LeccePrima è in caricamento