rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Calcio

Ad un Matino sfacciato non riesce l'impresa, trionfa 2-0 la Casertana

Seconda sconfitta consecutiva per i salentini che si arrendono alle reti di Favetta nel primo tempo e Cusumano allo scadere della ripresa

MATINO – La Virtus Matino tenta l’impresa ma nulla può al “Pinto” contro una Casertana dall’organico di categoria superiore. I salentini nonostante tentino per alcuni sprazzi di gara di dire la loro, hanno la peggio contro l’attuale seconda forza del campionato, scesa in campo con un tridente offensivo composto da Sansone, Favetta e Mansour. Una sconfitta che pesa e segue a quella casalinga contro il Bisceglie, ma pronosticabile alla vigilia. Con 8 punti la Virtus rimane impantanata in zona play-out, mentre la Casertana con il successo odierno accorcia sulla capolista Bitonto.

Inizio scoppiettante della prima frazione, con Vacca per la Casertana prima e Ruibal per il Matino poi che da fuori non centrano lo specchio della porta. Gli ospiti non disdegnano le trame offensive e proprio su un ribaltamento di fronte la Casertana sblocca il match: minuto 11, Vacca recupera la sfera e verticalizza per Favetta che a tu per tu con Convertini insacca il gol dell’1-0. Al 16’ padroni di casa ad un passo dal raddoppio, Mansour fa partire un destro che scheggia il palo. Al 23’ Sansone supera due avversari in dribbling ma si fa ipnotizzare dal portiere biancazzurro, poi l’esterno ex Sampdoria al 26’ calcia a giro andando vicino alla porta difesa da Convertini. Domina la Casertana che lascia pochi spazi, il Matino si rende pericoloso solamente al 34’ con un tiro ampiamente sul fondo effettuato da Inguscio e al primo minuto di recupero con un colpo di testa di Ancora che sfiora l’incrocio dei pali.

Nella ripresa stesso copione dei primi 45’, con il primo acuto che porta la firma di Ruibal che chiama al grande intervento Trapani, poi al 10’ Ancora arriva in area ma al momento del tiro viene anticipato dalla difesa di casa. Al 71’ Mansour costruisce per Favetta che controlla e calcia, la sfera termina ampiamente al lato. Nel finale è assedio Matino, la Casertana tiene botta e nei minuti di recupero trova il gol che chiude la contesa: Carannante calcia ma Convertini gli dice di no, sulla ribattuta si avventa il neo entrato Cusumano che ribadisce in rete.

“Eravamo consapevoli delle difficoltà di questa sfida e ne abbiamo avuto dimostrazione – ha dichiarato nel post gara Giuseppe Branà, tecnico della Virtus Matino -. L’approccio non è stato dei migliori, poi passando al 4-3-1-2 abbiamo creato qualche trama offensiva interessante senza però riuscire a pungere negli ultimi venti metri. Nella ripresa abbiamo tenuto bene i nostri avversari, siamo stati molto bravi nelle ripartenze ma come al solito pecchiamo di imprecisione nell’ultimo passaggio. Dispiace per il secondo gol, ma con la squadra riversata in avanti per il pareggio non potevamo fare altrimenti. Ciononostante i ragazzi sono stati bravi, hanno corso su ogni pallone e per alcuni tratti abbiamo imposto il nostro gioco. Non dobbiamo perdere la voglia e la cattiveria che ci hanno contraddistinti fin qui, in questo modo sono convinto che i risultati arriveranno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad un Matino sfacciato non riesce l'impresa, trionfa 2-0 la Casertana

LeccePrima è in caricamento