rotate-mobile
Il Toro vince a Spezia

Ultima trasferta, in gioco punti d'oro: a Monza con Ceesay terminale d'attacco

Mancano due giornate al termine della stagione: il Lecce chiamato a difendere il residuo vantaggio sulle inseguitrici. Hjulmand non ha ancora recuperato del tutto. Settore Ospiti esaurito, non mancheranno tifosi salentini negli altri

LECCE – Le possibilità che Hjulmand possa scendere in campo domani a Monza, nella penultima giornata del campionato, sono praticamente nulle.

È quel che si è evinto dalle parole di mister Marco Baroni in conferenza stampa: parlando del capitano dei giallorossi, il tecnico ha detto che è tornato a forzare i ritmi, ma non ancora a calciare. Il danese, va ricordato, ha rimediato un infortunio muscolare - elongazione dell’adduttore della coscia destra - nella settimana che ha preceduto lo scontro diretto contro lo Spezia.

Al suo posto di vertice basso della linea mediana ci sarà certamente Blin, mentre per il ruolo di interno sono in corsa in quattro: l’allenatore fiorentino deve sceglierne due tra Oudin, Gonzalez, Maleh e Askildsen. Il terminale offensivo sarà Ceesay, con Strefezza e Di Francesco ai lati, anche se Banda sarà sicuramente della partita, magari nel secondo tempo quando sarà utilissima la sua forza esplosiva.

Al fianco della squadra ci saranno migliaia di tifosi e non solo quelli sistemati nel settore Ospiti, già gremito. Monza evoca bei ricordi - quello della matematica promozione in serie A, certamente, ma anche quello della vittoria della scorsa stagione, in B -, ma i brianzoli di Raffaele Palladino sono tecnicamente superiori: lo dicono i 52 punti in classifica, ma anche i risultati convincenti dell’ultimo periodo, con otto partite utili di fila (cinque successi e tre pareggi).

Il Lecce, invece, nello stesso arco di tempo ha fatto sei punti, rimanendo appena sopra la linea di galleggiamento. È chiaro quindi che quella di Monza è una partita da centrare prima con l’approccio e poi con la prestazione, senza quei cali di tensione nei quali le abilità, anche balistiche, dei brianzoli possono fare la differenza. I biancorossi, tra l’altro, possono coltivare ancora qualche sogno europeo e difficilmente vorranno deludere i proprio tifosi in quella che sarà l’ultima partita interna di un campionato memorabile: molto complicato nella prima parte, trascinante nel prosieguo.

Il Toro vince a Spezia: liguri nei guai

La sconfitta per 4 a 0 dello Spezia in casa contro il Torino, intanto, è una gran notizia per la comitiva leccese. I liguri sono a due lunghezze dai giallorossi e nell'ultimo turno faranno visita alla Roma (che sarà reduce dalla finale di Europa League), mentre il Verona, che ha tre punti meno dei salentini, affronterà domani l'Empoli, al Benegodi, e poi farà visita al Milan. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultima trasferta, in gioco punti d'oro: a Monza con Ceesay terminale d'attacco

LeccePrima è in caricamento