rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

Nardò contro il Francavilla di Ragno, il Matino deve rispondere presente

Nel corso del dodicesimo turno di Serie D girone H sfida dal ricordo amaro per il Casarano che ospita al "Capozza" il Sorrento

LECCE – Al via un altro weekend di calcio con tre interessanti match nel girone H di Serie D che vedranno protagoniste Casarano e Nardò tra le mura amiche, mentre la Virtus Matino sarà ospitata in lucania dal Lavello. Per rossazzurri e biancazzurri start fissato per le ore 14:30, granata che animeranno la sfida del “Giovanni Paolo II” a partire dalle 15.

Casarano, obbligo di risultato in casa

Il Casarano è chiamato a rispondere presente nella giornata di domenica, e dovrà farlo ospitando tra le mura amiche del “Capozza” il Sorrento. La formazione rossazzurra non vince ormai da cinque giornate, in particolar modo da oltre un mese, con l’ultima gioia che riconducibile alla vittoria nel derby casalingo contro la Virtus Matino grazie alla rete di Nacho Pipistrelli. Da allora la banda di Matias Calabuig ha battuto la fiacca, mettendo da parte l’ottimo inizio di campionato che li aveva visti presidiare le primissime posizioni della classifica. Ora in dodicesima posizione con 13 punti, uno in più rispetto alla zona play out, dovrà affrontare il Sorrento ottavo in graduatoria. I campani con 16 punti, due in meno rispetto alla zona play off, arrivano alla sfida da tre risultati utili consecutivi – due pari con Molfetta e Nola, e la vittoria sul Fasano. La gara fa emergere ricordi poco piacevoli alla tifoseria salentina, che due anni fa – durante il campionato terminato in anticipo causa il blocco per l’avvento della pandemia – vide i propri beniamini perdere 7-0 in Campania. Un risultato mai digerito e che ancor oggi porta a negativi riscontri.

Nardò, contro la terza della classe per confermare le grandi ambizioni

Stesso percorso, stesso destino. Nardò e Francavilla In Sinni si incontreranno nella giornata di domenica per uno scontro di altissima classifica, entrambe reduci da un analogo cammino nelle ultime cinque giornate: una sconfitta, un successo seguito da un pari, ed infine due vittorie di fila. Ciononostante i granata, a differenza dei lucani, hanno avuto un inizio ad handicap con Ciullo in panchina, salvo inanellare quattro risultati consecutivi con l’arrivo in panchina del navigato Pasquale De Candia. Con 14 punti hanno definitivamente allontanato i fantasmi della zona rossa, e con un cammino da play off – parte della classifica che dista sole quattro lunghezze -, si candidano a ricoprire un ruolo da protagonista da qui a inizio campionato. Dopo aver superato gli ostici esami Mariglianese e Matino, dovranno vedersela con la terza forza del campionato. Il Francavilla sorpresa del campionato, con il cambio di guida tecnica in estate dopo quasi due decenni con Ranko Lazic in panchina, ha trovato in Nicola Ragno un’ottima alternativa. Con sette vittorie, un pareggio e tre sconfitte fin qui hanno raccolto 22 punti, soli due in meno rispetto alla capolista Bitonto. Domenica ha trionfato in rimonta sul Casarano.

Virtus Matino, a Lavello senza paure

La Virtus Matino vede il margine d’errore diminuire di giornata in giornata, le ottime prestazioni sembrano non poter più bastare, ora dovrà obbligatoriamente portare in cascina punti importanti in ottica salvezza. Non si tratta certamente del migliore periodo per tentare di far ciò, dato che dopo Casertana e Nardò dovranno vedersela domenica contro il Lavello, mentre il giorno 28 ospiterà Cerignola. Reduce da tre sconfitte consecutive dopo il bel successo esterno di Gravina, ora con appena 8 punti in 11 giornate si trova al penultimo posto. Le defezioni in fase offensiva pesano, tant’è che sono la terza squadra che segna meno all’interno del raggruppamento H. Sono dunque obbligati a cambiare la marcia contro un Lavello che, seppur un momento di crisi causa due pareggi e due sconfitte, vuole riscattarsi e lanciare importanti segnali a chi siede nelle primissime posizioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nardò contro il Francavilla di Ragno, il Matino deve rispondere presente

LeccePrima è in caricamento