rotate-mobile
Calcio

Le pagelle del Lecce: Coda, troppi gol falliti. Le sostituzioni non premiano Baroni

L'attaccante, in crescita dal punto di vista fisico, fallisce numerose opportunità, oltre al rigore che tuttavia calcia bene. Calabresi si disimpegna bene come centrale, Strefezza costante spina nel fianco per gli avversari

LECCE - Non mancano le sufficienze tra le pagelle dei giocatori del Lecce dopo l'1 a 1 ottenuto a Como. Se la vittoria non è arrivata, alla fine, è perché i giallorossi non hanno chiuso la partita quando la loro supremazia era netta, ma anche perché la strategia delle sostituzioni questa volta non ha premiato le scelte di Baroni. 

Match pieno di occasioni in riva al lago (foto A.Scuro)

Gabriel voto 6: la respinta su La Gumina e un dribbling su Parigini varrebbero un voto più alto, ma nel black-out del Lecce nella ripresa ci mette anche del suo, con dei passaggi di piede al limite e un paio di rinvii sbagliati.

Gendrey voto 6: nel primo tempo, oltre a trovare Listkowski per il gol del pari, spinge e accelera con efficacia, poi si fa male e s'arrende al 73'. Al suo posto Helgason, voto 5,5: entra quando la squadra è in sofferenza e non cambia il corso delle cose anche se partecipa all'azione che porta al rigore poi fallito da Coda.

Lucioni voto 6,5: con Calabresi, a dire il vero, sembra formare una coppia rodata. Cerri è un avversario tosto sulle palle alte, ma quando il gigante dei lariani viene lasciato al suo destino dai compagni, allora il duello inizia pendere dalla parte del capitano del Lecce che nella ripresa sfiora anche un gran gol.

Calabresi voto 6: si disimpegna abbastanza bene al fianco di Lucioni, con il passare dei minuti prende confidenza con un ruolo dove è solo un ripiego. Si applica con dedizione e qualche volta esce anche molto bene palla al piede.

Gallo voto 5,5: abbastanza bene nel primo tempo, meno nel secondo, in linea col resto della squadra. Barreca è indisponibile e dunque il giovane terzino deve tenere duro fino al termine.

Faragò voto 5,5: sta assimilando velocemente le richieste di Baroni, ma l'occasione che sciupa nel primo tempo, su assist di Listkowski, non è di quelle che possono passare inosservate. Dal 60' Gargiulo, voto 5,5: quando entra in campo sembra irretito, poi improvvisamente trova la profondità e il fallo da rigore di Facchin. 

Hjulmand voto 5,5: suo l'errore sul quale il Como costruisce l'azione del vantaggio. Non è la prima volta che si prende un rischio del genere. Poi fa il suo, per carità, perché ha personalità. Diffidato e ammonito, contro il Benevento non ci sarà. Dall'80' Simic, sv.

Bjorkengren voto 6: forse esce prima del necessario, perché la sua è una delle prestazioni più lineari tra i giallorossi, con anche un paio di passaggi che vanno oltre l'ordinario. Dal 60' Majer, voto 5: non legge bene la gara,, si ritrova un po' a vagare e inseguire.

Strefezza voto 6,5: almeno due bordate che mettono in difficoltà Facchin, si muove bene tra le linee. Peccato che il suo tentativo ravvicinato dopo il palo colpito da Coda su rigore non sia sufficientemente deciso per poter eludere la respinta di un avversario.

Coda voto 5: non per il rigore, calciato bene. Sempre molto presente nel gioco del Lecce, si vede che la sua condizione sta finalmente migliorando. Ma da un attaccante delle sue qualità ci si aspetta che trovi il modo di buttarla dentro, almeno una palla sulle tante che gli capitano.

Listkowski voto 6,5: tempestivo e preciso in occasione del gol del pari, dimostra di poter essere un'ottima alternativa nel ruolo di Di Mariano. Dal 60' Ragusa, voto 5: impalpabile, è chiaro che ha bisogno del suo tempo per capire come e quando muoversi.

Baroni voto 5,5: se la squadra non segna più di un gol nonostante tanti tiri verso la porta non è colpa sua. Dà fiducia a Faragò, Listkowski e Bjorkengren dal primo minuto e il primo tempo gli dà pure ragione. Prova a tenere i giri alti inserendo Majer, Ragusa e Gargiulo al 60' ma la tripla sostituzione di Gattuso si rivela una contromossa più efficace.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le pagelle del Lecce: Coda, troppi gol falliti. Le sostituzioni non premiano Baroni

LeccePrima è in caricamento