rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

Le pagelle di Lecce-Cittadella: si salvano in due, in troppi sbagliano partita

Coda e Calabresi in zona sufficienza. Male la coppia dei centrali i cui errori si rivelano decisivi, ma anche Gargiulo, Listkowski. Strefezza e Hjulmand stavolta non fanno la differenza

LECCE - Nella sconfitta per 2 a 1 subita ad opera del Cittadella, sono due i calciatori del Lecce ad arrivare alla sufficienza: Coda per il gol e per il gran dispendio di energie, Calabresi perché, una volta in campo, ha saputo garantire spinta e carattere. Per il resto è stata una giornata ampiamente negativa.

Terza sconfitta stagionale: il Cittadella torna bestia nera (foto Chilla).

Gabriel 5: incolpevole sui gol, male in uscita al 56’ su Mastrantonio. Nella ricerca dei laterali difensivi fa correre qualche brivido con i suoi passaggi.

Gendrey 5: non è quello ammirato fino a poco tempo addietro. Non gli riesce quasi nulla. Dal 60’ Calabresi 6: decisamente meglio, in questo momento sembra avere dalla sua soprattutto un temperamento indomito. A questo punto del campionato serve più del fioretto.

Lucioni 5: il primo gol è anche colpa sua. Sapeva di essere in diffida (la prossima è a Monza) e non si gioca il jolly. Antonucci lo castiga. Nel finale colpisce la traversa di testa.

Tuia 4,5: fa a sportellate con Tounkara come già aveva fatto con Mulattieri, ma rovina la sua prestazione sbagliando il controllo sul pressing dell’attaccante che va poi a segnare il momentaneo 2 a 0 per i veneti.

Gallo 5 ci mette del suo nel primo e nel secondo gol del Cittadella perché il passaggio verso Tuia è così lento da invitare Tounkara a provarci. Sul piano del dinamismo non fa male nel primo tempo. Dal 78’ Barreca 5,5: spinge ma su quella fascia è penalizzato da un dialogo non brillante con Ragusa.

Majer 5,5: fa 100 presenze con il Lecce ma non è la sua miglior giornata. Dal 60’ Ragusa 5: incide meno di quanto dovrebbe e quando ha la palla per il possibile pareggio la spreca malamente.

Hjulmand 5,5: Antonucci gli va via troppo facilmente dopo 30 secondi. Ha sempre un avversario appiccicato, non si sottrae mai alle sue responsabilità, ma sbaglia più del solito. Suo l’assist per Coda in occasione del gol.

Gargiulo 4: per metà primo tempo sbaglia qualsiasi cosa, per l’altra metà vaga per il campo. Giustamente sostituito. Dal 46’ Helgason 5: in tre giorni non può aver trovato la “cazzimma”.

Strefezza 5,5: al di sotto dei suoi standard, anche abbastanza falloso: del primo tempo si salva il tiro che sbatte sulla traversa. Quando si sveglia la differenza si vede, ma è troppo tardi.

Coda 6: per il gol, per l’occasione che sarebbe potuta valere il secondo, per il lavoro che fa. Speriamo che ne abbia ancora per Monza.

Listkowski 4,5: sbaglia partita, quella in cui avrebbe potuto fare la differenza. La mancanza di Di Mariano si è sentita parecchio. Dal 68’ Rodriguez 5: si agita, insegue, lotta, sbaglia, non è ancora in forma e si vede.

Baroni 5: in troppi sbagliano partita e cinque sostituzioni a disposizione non bastano, soprattutto se l'impressione è che quelle degli esterni difensivi siano arrivate troppo tardi. Senza Di Mariano e con Asencio ancora in stand by, ha poche frecce. Ancora una volta la squadra subisce un gol in apertura di gara e davanti un avversario aggressivo a oltranza non sembra avere idee alternative. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le pagelle di Lecce-Cittadella: si salvano in due, in troppi sbagliano partita

LeccePrima è in caricamento